Utente 997XXX
salve dottore,ho 29 anni gioco a calcio e soffro di pubalgia da 5 mesi.per 2 mesi ho continuato a giocarci sopra.quando il dolore e' diventato esasperante mi sono dovuto fermare.sono stato fermo 1 mese e mezzo ed ho fatto terapie (laser ed ultrasuoni )per 1 mese.ho preso antinfiammatori come dicloreum, ho messo pomata arteosilene,ho preso pillole di cortisone.ho fatto infiltrazioni di voltaren e muscoril insieme, poi toradol.ma nulla.ho iniziato ad allenarmi e dopo 3 giorni nuvamente il dolore(da premettere che questo dolore mi prende attualmente nell'inserzione dell'inguine a scendere nella gamba dx e poi nella parte pubica dx.)ho rifatto 1 settimana di laser ed ultrasuoni ma nulla.allora ho deciso di fare infiltrazioni locali e qui ho avuto un miglioramento ma come vado ad allenarmi il dolore ritorna.ho rifatto altre 3 infiltrazioni sono 3 settimane che nn faccio nulla ma il dolore c'e' sempre.nn so piu' come fare sto spendendo una marea di soldi ma nessuno mi risolve il problema.la radiografia a livello osseo dice che nn c'e' nulla e' tutto ok.ho girato fisiatra ortopedici di tutto insommama il dolore e' sempre vivo.nn so a chi rivolgermi tutti i medici che sono andato alla fine si sono arresi dicendomi:MI DISPIACE PER LEI MA IO PIU' DI QUESTO NN SO COSA FARLE.....insomma si sono rassegnati.......sto demoralizzato al massimo e poi questo dolore mi rende nervoso perche' e' insistente.....cioe' alla fine l'unica certezza che ho e' che si tratta di una pubalgia,perche' me l'hanno diagnosticata tutti su questo almeno ci siamo....ma sulla cura no!!!!ah da dire che l'unico antinfiammmatorio che mi calma un po il dolore e' l'aulin,per il resto neanche la toradol me lo calma,nn so xche'!!!!spero che voi potete aiutarmi ormai personalmente mi sto rassegnando sembra che nn ci siano cure per guarire da questa patologia.........in attesa di una vostra risposta VI RINGRAZIO INFINITAMENTE........

[#1]  
Dr. Francesco Forte

24% attività
8% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
PELLEZZANO (SA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Egr signore , la pubalgia ( o più correttamente sindrome retto-adduttoria) è forse il disturbo più difficili da trattare per noi specialisti che ci interessiamo di patologie muscolo-scheletriche.
Il consiglio che le posso dare in linea di massima è questo (sempre dopo aver consultato nuovamente uno specialista fisiatra, medico sportivo o ortopedico):
eseguire un programma riabilitativo per almeno 2/3 mesi comprensivo di
-terapie fisiche tipo ONDE D'URTO - Tecarterapia e/o laser NdYag)
-rieducazione posturale tipo Mezieres e/o medicina manuale osteopatica
-Poi esercizi specifici per pubalgia (allungamenti, rinforzo graduale con elastici, macchinari, propriocettivi ecc, fino ad arrivare alla corsa gradualmente).
Ovvimanete quanto esposto è puramente indicativo e prima di effettuare qualsiasi trattamento è indispensabile consultare un medico.
cordiali saluti
Dr. Francesco  Forte
Direttore Centro Scoliosi Salerno
Master in Ozonoterapia www.gruppoforte.it - www.scoliosisalerno.it