Utente 176XXX
Salve a tutto lo staff medico.
Sono un ragazzo di 20 anni e gioco a calcetto da quattro-cinque anni, non ho mai avuto problemi inguinali.
La pubalgia ce l'ho circa da metà luglio, al lato destro. Avendola confusa per una contrattura, ho sperato di curarla mettendovi muscoril e stando a riposo tre settimane. Poi ad agosto a causa di un torneo ho dovuto giocare e ho fatto un cinque - sei partite, durante le quali la pubalgia si è aggravata.
La scoperta del male l'ha fatta il mio medico curante a inizio settembre, tramite palpazione. Ha inserito le dita nella zona inguinale dove passano tutti i tendini tra muscoli di gambe e bacino, e ha toccato una zona particolare che mi ha provocato un dolore abbastanza forte, diagnosticandomi quindi la pubalgia. Quindi mi ha prescritto dieci sedute di laser, finite da circa un mese. La situazione è leggermente migliorata: il dolore da esteso a coscia e gluteo si è ridotto alla sola zona inguinale.
Ho capito che mi fa male solo quando provo a correre sulla punta del piede o a stare sulla punta del piede, e quando faccio movimenti verso l'interno (ad esempio se voglio incrociare la gamba sull'altra). Per il resto, camminando o facendo corsetta leggera, il dolore è molto lieve o assente. Quindi il medico mi ha suggerito un altro periodo di ulteriore riposo per la degenerazione del male.
Tuttavia non sparisce. E' passato un altro mese di totale riposo, che non ha apportato il minimo beneficio. Ho scoperto quindi, tramite auto-palpazione, di avere nella zona interessata delle strane rigonfiature sottopelle, che da quando ho capito da ricerche autonome sono linfonodi rigonfiati.
Quindi non so più che pensare. Pubalgia, tendinite, infiammazione?
Trovo sollievo temporaneo prendendo le Taigalor (consigliatami dal medico) durante i momenti di maggior dolore, tuttavia l'attività sportiva tanto agognata è ancora impossibile.
Aspetto gentili risposte
Grazie dell'attenzione e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTECATINI-TERME (PT)
FOLLONICA (GR)
PISTOIA (PT)
LUCCA (LU)
FAENZA (RA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se di pubalgia si tratta, bisogna intervenire subito e bene, perché è una cosa un pò difficile da togliere se la si trascura. I rigonfiamenti in quella zona sono di solito normali, e possono essere un pò più grandi perché l'area è infiammata, ma li faccia comunque controllare per scrupolo dal suo medico. Serve una visita specialistica per capire le cause e le possibili soluzioni del suo problema, visto che ci sono diverse cose da fare in base alla visita. Cordiali saluti
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it