Utente cancellato
Salve
E' da circa tre mesi che combatto con uno stato fisiologico di infortunio permanente del quale nessuno è ancora riuscito a indicarmi con precisione le cause.

Inizialmente tutto sembrava riconducibile ad una tendinite del quadricipite femorale sx dovuta ad un sovraccarico funzionale per i troppi allenamenti fatti con la bici in condizioni climatiche avverse (pioggia, freddo e allenamenti troppi duri).

I sintomi (dolore/bruciore al ginocchio sinistro), l''ecografia e la visita medica hanno confermato la tendinite che di conseguenza è stata curata con riposo, fisioterapia e riabilitazione.

Curata la tendinite ho ripreso gli allenamenti ma sono subito insorti altri problemi riguardanti ancora la gamba sinistra; inizialmente avevo dolori alla vita e al gluteo e i muscoli del quadricipite erano sempre contratti; ho fatto una nuova visita e la diagnosi è stata una dismetria funzionale degli arti inferiori; la gamba sinistra era più corta di quella destra di pià di 1cm; ho fatto di nuovo fisioterapia e riabilitazione con ginnastica posturale

Spariti i problemi alla vita, sono rimasti quelli al gluteo; una nuova diagnosi ha rilevato un'infiammazione del muscolo piriforme, (il dolore acuto era riscontrabile principalmente durante la rotazione dell'anca), causata dalla dismetria che seppure ridotta era ancora presente e dal diverso tono muscolare delle due gambe; nuovo ciclo di terapia a base di laser e stretching,

Guarito il muscolo piriforme (la rotazione dell'anca non mi dava più problemi) il dolore si è spostato nella parte bassa del gluteo e nella parte posteriore della coscia; ed oltre al dolore sono insorti formicolii misti a crampi sotto la pianta del piede sinistro e qualche volta anche sotto la pianta di quello destro; ultimamente il formicolio e la sensazione di pesantezza si è estesa anche ai polpacci.

Ho fatto una radiografia e una RM della rachide per valutare l'eventuale presenza di ernie/protusioni discali ma entrambi le analisi hanno dato esito negativo.

Sotto consiglio del medico ho prenotato un ulteriore accertamento diagnostico consistente in un'esame ellettromiografico; nell'attesa di fare quest'ultima analisi mi piacerebbe avere un vostro parere sulla natura dei miei problemi basato su quanto vi ho descritto.

Prima di concludere ritengo sia utile mettervi al corrente di altri piccoli problemi con i quali bene o male ho sempre convissuto; prima dell'infortunio, avevo già accusato alcuni fastidi alla pianeta del piede sinistro; dolori simili a crampi che si verificavano principalmente nelle ore notturne e in periodi nei quali ero sottoposto ad uno stress psico-fisico piuttosto intenso (lavoro, allenamenti, ecc..) inoltre; ormai da anni, sono solito dormire pochissimo ed ho un sonno piuttosto debole che cerco di combattere assumendo melatonina.

Visto che tutti i problemi dovrebbero essere collegati con l'attività sportiva ho pensato di postare il mio problema nella vostra sezione.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Molto probabilmente la problematica alla base di tutto è di tipo posturale. Le consiglio quindi di sottoporsi ad un esame posturologico con un esperto per avere tutte le indicazioni utili.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com