Utente 157XXX
buongiorno,sono mamma di una ragazza di 13 anni e di uno di 9,il problema è questo,entrambi hanno una leggera scoliosi,l'anno scorso hanno frequentato un corso di nuoto,la ragazza è arrivata a prendere il brevetto di rana,il ragazzo dorso,adesso non so se iscriverli nuovamente a nuoto o per il loro bene fargli fare una ginnastica posturale,entrambe le cose purtroppo non posso permettermele altrimenti le avrei fatte senza dubbio alcuno.vorrei un parere da parte di un esperto è meglio nuoto o postura?grazie.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Non esistono sport che fanno sparire la scoliosi ... e anche la ginnastica posturale può sicuramente intervenire in modo mirato per migliorare le problematiche legate ad alterazioni del tono muscolare, abitudini posturali errate ecc. ma non può far scomparire una scoliosi.
Una risposta specifica al suo quesito può comunque esserre data solo sulla base della visita e dell'esame strumentale.
La ginnastica posturale può comunque essere utile in ogni caso.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
Dr. Carlo De Michele

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Signora, lei propone un questio importante che riveste grande importanza sociale. I ragazzi in età di sviluppo hanno bisogno del movimento come dell'alimentazione e dell'istruzione: Il corpo e la mente crescono in funzione degli stimoli che ricevono, quindi gli stimoli motori dovrebbero essere quotidiani e capaci di sviluppare tutte le capacità di base. Come lo sviluppo della cultura deve essere affidato alla scuola pubblica, così dovrebbe essere cura della scuola fornire gli strumenti necessari per assicurare ad ognuno una corretta crescita fisica. Ma purtroppo il problema della cura della crescita fisica dei nostri ragazzi ricade tutto sulle spalle dei genitori che non trovano strutture pubbliche in cui far fare sport ai propri figli. Dico questo perchè due ore di nuoto a settimano sono assolutamente insufficienti non dico per correggere una iniziale scoliosi, ma anche per mantenere una sufficiente condizione di un adulto sano. I ragazzi avrebbero bisogno, come già accennato, di attività intense quotidiane il che ovviamente cozza contro le reltà economiche ed organizzative delle normali famiglie. Cosa consigliarle? Tenedo conto che l'attività fisica deve essere anche gradita a chi la fa, direi che la ginnastica posturale va seguita per periodo limitati solo su prescrizione di un Ortopedico o di un Medico dello Sport. In line di massima secondo me l'attività di scelta pdovrebbe essere la Ginnastica Artistica, perchè è una attività completa adeguata ad uno sviluppo di tutte le capacità di base. Ma la cosa più importante è che i ragazzi scelgano una attività di loro gradimento, perchè la cosa più importante è che lo "sport" deve essere praticato con costanza per tutta la vita.
Cordiali sluti.
dr. Carlo de Michele
Medico Internista
Spec in Medicina dello Sport
Medicina Manuale Osteopatica

[#3] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gentile signora concordo perfettamente con quanto le hanno già detto i miei Colleghi che mi hanno preceduto.
Da Specialista Ortopedico e Fisiatra posso aggiungere o ribadirle quanto segue:
Una scoliosi non scompare mai più!Verissimo,infatti ce ne sono tante, dette impropriamente scolastiche, di pochi gradi che passano anche inosservate.
Ma occorre che una scoliosi sia tenuta sotto osservazione e trattata non solo per migliorare il grado della curva o delle curve scoliotiche e fare si che non vi sia un aggravamento dei gradi della curva con possibili e serie conseguenze a fine età di accrescimento, ovvero ai 18-19 anni.
Ecco perchè un consulto ortopedico si impone, così come un esame radiografico in toto ed in ortostatismo della colonna vertebrale dei suoi figli, sopratutto quello di 13 anni, è necessario per valutare l'entità della curva scoliotica e le eventuali possibilità di evoluzione, secondo la sede e la tipologia .
Sarò lo specialista ortopedico , che poi in accordo al Fisiatra e con il medico dello Sport, concorderanno per la mirata e spesso necessaria ginnastica correttiva, ma correttiva, non semplicemente quella posturale, con esercizi ben precisi di elesticizzazione, derotazione ed elongazione del rachide possono dare delle opportune spinte alla evoluzione in postivo dell'accrescimento della colonna vertebrale.
Certamente il nuoto anche se importante per la completa mobilizzazione del rachide e dei quattro arti fa bene solamente bene e da altri stimoli cinetici e propriocettivi alla colonna vertebrale,ma ovviamente non guarisce mai da sola la scoliosi.
Intendendo, ribadisco, per guarigione non la scomparsa radiografica di una curva.
Ma per guarigione di una scoliosi si intende una riduzione della curva a livelli minimi, come quelle che passano spesso inosservate in quanto sono di pochi gradi ed ininfluenti sia esteticamente che funzionalmente.
Cordiali saluti




alessandrocaruso.me@katamail.com
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#4] dopo  
Utente 157XXX

prima di tutto ringrazio tutti voi per le risposte e i consigli.
volevo solo aggiungere che i miei figli sono già in cura da un ortopedico,il quale ha richiesto delle radiografie in toto,poi eseguite,da cui è emersa questa lieva scoliosi.
alla ragazza di 13 anni(sviluppata a 10)risulta:
lieve scoliosi ad ampio raggio lombare destro-convessa.
cresta iliaca sn innalzata per 1 cm circa.
invece per il bambino di 9 anni:
accenno ad atteggiamento scoliotico dorso-lombare dx-convesso.
cresta iliaca dx innalzato per 0,5 circa.
da questo mi è stato consigliata la posturale individuale
ed infatti mi scuso io mi riferivo ad essa.
il medico che se ne occuperebbe è un fisiatra osteopata e avendo gruppi piccoli di bambini mi ha detto che sarebbe in grado di seguire ognuno singolarmente per il proprio problema.grazie ancora.

[#5] dopo  
Dr. Carlo De Michele

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Caro Sergio
Sono come al solito d'accordo con te
Nella mia risposta ho cercato di portare il discorso sul piano sociale che mi sembra quello più grave ed urgente, poichè i genitori si trovano spesso senza indicazioni adeguate, e con il peso della gestione dello sviluppo fisicodei figli tutto sulle loro spalle!
Un saluto
dr. Carlo de Michele
Medico Internista
Spec in Medicina dello Sport
Medicina Manuale Osteopatica