Utente 421XXX
Ho 2 ernie al disco in posisizione L5-S1 (l'altra ora non la ricorda, si tratta sempre della stessa zona) di cui una espulsa. Ho avuto l'ultimo dolore alla schiena (colpo della strega) 3-4 anni fa. Faccio un lavoro di tipo sedentario. Faccio attività sportiva mediamente 1 volta alla settimana in bicicletta da corsa (80-100 Km.), durante la settimana 1 o 2 volte 40-50 min. di footing.... non ho più avuto problemi alla schiena. Un neurologo che mi visitò dopo aver fatto la RNM mi disse che potevo continuare a praticare gli sport che vi ho detto, ma sento dire continuamente che le attività che pratico sono controindicate, anche se a me personalmente non danno problemi, lo so che il nuoto è l'attività migliore ma non ho la possibilità di praticarlo per problemi logistici e di orario. La mia domanda a questo punto è: posso continuare a praticare i miei sport e se lo faccio a cosa vado incontro? Spero di aver fornito chiare indicazioni.
Saluto cordialemte.

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Per dare una risposta al suo quesito dovrei visitarla per valutare eventuali sintomi di tipo periferico e visionare gli esami effettuati.
Sicuramente la corsa non è la migliore attività per chi ha due ernie di cui una espulsa (mi sembra molto strano che in questa condizione lei non abbia sintomatologia dolorosa ... ma è sicuro che si tratti di ernie e non protrusioni discali?), ma le posso dire che neanche il nuoto è la "panacea" per le patologie della colonna (a volte anzi può essere dannoso).
Comunque a mio parere, una valutazione della sua situazione clinica in funzione dello sport deve essere effettuata da uno specialista in medicina dello sport e non da un neurologo, che con il massimo rispetto per la sua specializzazione e per le sue conoscenze specifiche, non può dire, se la condizione è relamente quella descritta da lei, che sport come la corsa siano indicati: il rischio di peggioramento e di episodi acuti è sicuramente aumentato dalla corsa (del resto se essitono i neurologi, gli ortopedici, i medici dello sport ecc. vuol dire che ognuno ha le sue comeptenze specifiche).
Dottor Sergio Lupo
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
Utente 421XXX

Ringrazio moltissimo per la risposta ricevuta con estrema velocità, purtroppo, vivendo lontano dalla Sua sede non posso permettermi di farmi visitare da Lei, ma se ha conoscenze in zona sarei felice di affrontare il mio problema con un professionista della Sua stessa specializzazione.
Alla Sua domanda se si tratta di ernie Le dico di sì - sono ernie - almeno da quanto mi è stato riferito dalla lettura della RNM; mi è stato detto anche che ogni ernia può avere da individuo ad individuo reazioni diverse.
Vorrei sapere invece per il ciclismo se la situazione è uguale.
Nel ringraziarLa di nuovo per la gentilezza, invio i miei saluti.

[#3]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Non conosco specialisti nella sua città, ma ce ne sono oltre 5000 in Italia: si rivolga a chi segue società sportive ed ha quindi esperienza nelle problematiche patologiche in funzione dello sport.
Rimango perplesso sull'entità della sua patologia: da quanto tempo non ripete una RMN?
Il ciclismo è meno problematico per la colonna se la posizione in bicicletta è corretta; ovviamente i carichi non devono essere elevati e si devono evitare le situazioni in cui si pedala "in piedi" (come avviene, per capirsi, nello spinning o in salita).
Dottor Sergio Lupo
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#4] dopo  
Utente 421XXX

Ringrazio di nuovo ancora per la risposta che mi appare estremamente esaudiente.
Farò senz'altro come mi ha suggerito perchè voglio proseguire a fare sport (senza mi sentirei menomato) ma "con giudizio".