Utente 337XXX
Salve gentile Dottore
A seguito di dolori lombari ho fatto una risonanza magnetica lombare e nel referto c'è scritto:Conservata la lordosi fisiologica.Il disco intersomatico L5-S1 appare ipointenso nelle sequenze T2 pesate e lievemente assottigliato in relazione a fenomeni degenerativi.
In questa sede è presente piccola ernia discale posteriore mediana-paramediana sn determinate compressione sacco durale ed obliterazione del recesso laterale omolaterale senza evidente attuale conflitto radicolare.Il canale vertebrale presenta normale ampiezza.Regolare l'aspetto del cono midollare.
Poi ho fatto una visita fisiatrica e il medico ha riscontrato:lombalgia oggi rilenta in discopatia cronica.Non segni di compressione delle radici nervose corrispondenti.E' controindicato il body-building.Non indicazione a KT.Inoltre mi ha detto che sono pure sconsigliati gli esercizi per gli addominali.In queste ultime due settimane ho ovviamente escluso la palestra tra le mie attività e ho contunuato a fare solo nuoto,cercando d non sforzare tanto.E' da una settimana che pur non avendo dolore alla zona lombare sento un fastidio che parte dal sedere e scende lungo la gamba destra.Da ieri ho iniziato a fare delle iniezioni intramuscolari con oki e muscoril. Posso continuare a fare attività fisica?Se si, che livello di intensità posso praticare il nuoto(visto che sono agonista)e quali esercizi eseguire in palestra.
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
4% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente.

la sua RMN mostra una piccola ernia discale che occupa parzialmente la zona dove la radice nervosa emerge dal sacco durale per entrare nel forame di coniugazione e abbandonare la colonna vertebrale. Questo spazio e' abbastanza angusto ma nonostante cio', la radice non viene interessata.
La fuoriuscita dell'ernia e' sempre posteriore rispetto alla colonna vertebrale, questo per ragioni anatomiche e biomeccaniche. Infatti la colonna puo' piegarsi notevolmente verso l'avanti e molto meno verso dietro. La flessione provoca un allungamento delle strutture periferiche del disco, movimenti ripetuti possono fissurarlo e, in tal caso si presenta l'ernia del disco.
Questo per farle capire il senso delle prescrizioni del suo Fisiatra, perche' le ha controindicato il body building e gli esercizi per gli addominali.
Il rinforzo degli addominali puo' comunque farlo senza flettere il busto, in posizione supina portando gli arti inferiori verso il petto. In questa maniera il tratto lombare non viene sovraccaricato.
Riguardo ai fastidi dell'ultima settimana non mi preoccuperei piu' di tanto. L'ernia e' a sinistra, i suoi dolori sono a destra, probabilmente e' solo uno stato infiammatorio.
La saluto.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 337XXX

Quindi devo cercare di evitare tutte le flessioni del busto in avanti...mi sembra allora di capire che il nuoto è consigliato ma devo evitare di fare le virate che comportano una flessione del busto(in un allenamento ne effettuo mediamente da 60 a 100).

[#3]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
4% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Con la virata, essenso un movimento in assenza di gravita', non ci sono particolari problemi.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com