Utente 101XXX
un ragazzo di 25 anni che ha sempre praticato attività sportive a livelli semi-agonistici(calcio a 5 e nuoto “rana”), sono stato 1 anno fermo (senza poter fare niente)!ho fatto una visita urologica con ecografia alla parte addominale ed inguinale ma niente.
• Il 1°fisioterapista mi ha diagnosticato una pubalgia pertanto mi ha fatto 10 sedute di TENS e MAGNETOterapia (in media 20 min. per ogn’una) più trattamento localizzato con ghiaccio.
• viste le complicazioni mi sono rivolto ad un centro sportivo in cui si occupano di chirurgia, medicina dello sport, traumatologia dello sport, ecc.Questi hanno confermato la sindrome sottolineando che l'infiammazione è molto profonda, in prossimità dell'osso pubico. all'interno del centro ho svolto all'ocorrenza terapie vari (ipertermia, laser, tecar) cercando la ripresa su indicazioni del medico.
Vista l'assenza di risultati ho fatto un ecografia muscolare(nn evidenzia lesioni), e l'ortopedico mi ha prescritto una radiografia al bacino che ha evidenziato una dismetria.
Vista l'assenza di ripresa perchè non si riusciva a capire l'origine del dolore ho fatto un esame BARAPODOMETRICO STATICO E DINAMICO che ha evienziato:
TEST VERTICALE BARRE': piano scapolare ant.; linea verticale cranio-cervicale decentrata; linea interglutea decentrata;
TEST PODALISTICO: piede disarmonico;
VALUTAZIONE A.T.M.:locking mandibolare;
VALUTAZIONE OCCLUSALE: sindrome masticatoria unilaterale; deglutizione atipica; morso aperto;
detto in modo semplice dipende dai denti(ho portato l'apparecchio per 7-8anni e sono ancora in cura) e dal movimento mandibolare.
il mio dentista (uno dei migliori specialisti in odontoiatria) mi dice che la perfetta dentatura raggiunta per me non va bene e che sono rari i casi come il mio! ad ogni modo disse che il problema si sarebbe risolto con il BITE (che non mi ha fatto pagare forse perchè dopo aver speso tanti soldi per l'apparecchio...)
grazie al BITE ho ripreso a giocare..
prima lo mettevo tutte le notti ora solo quando gioco lasciandolo tutta la notte successiva alla partita.
va detto che le mie possibilità sono limitate, se calcio di interno mi tira l'inguine e se faccio più di 5-6 tiri il dolore si acutizza (con effetti anche il mattino seguente), quindi la mia partita è limitata al passaggio...

DOMANDE:
-vorrei sapere come comportarmi con questo dolore? tralasciare e tirare se ne ho l'occasione o faccio bene a nn tirare più di 5-6 volte?
-da un pò il morso interno del BITE non combacia perfettamente (soprattutto quando non lo porto per 3-4gg)ma se lo tengo l'intera notte i denti stanno dentro bene!il mio dentista sta sempre sul vago...non rispondendo!è normale? o andrebbe rifatto il BITE? il dentista si è limitato ad "rifare i binari che si erano consumati".
la cosa che più mi preme è sapere se devo rassegnarmi a questi fastidi/dolori visto che la patologia è cronica o se devo consultare altri medici, fare altre analisi, altri tentativi.
grazie anticipatamente
LELLO

[#1] dopo  
Dr. Francesco Forte

24% attività
4% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
PELLEZZANO (SA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Egr va bene tutto quello che ha fatto, tenga conto che la sua problematica non sempre riesce a risolversi al 100%, in ognio caso le consigli di fare una valutazione presso un medico esperto in ostopatia in quanto potrebbe trattarsi anche di una disfunzione sacroiliaca che con delle manipolazioni e dei trattamanti ostopatici e posturali potrebbe migliorare.
cordialmente
Dr. Francesco  Forte
Direttore Centro Scoliosi Salerno
Master in Ozonoterapia www.gruppoforte.it - www.scoliosisalerno.it

[#2] dopo  
Utente 101XXX

Egr. dott. Forte la ringrazio per la pronta risp.
nel centro sportivo sono stato visitato da un posturologo nonchè osteopata che mi ha accompagnato per 10-15 sedute.
lo stesso mi insegnò degli esercizi che posso ripetere a casa nonchè mi raccomandò un buon riscaldamento, allungamento dei muscoli e 3-4 posture prima della partita a calcetto!vista la mia scrupolosità ho seguito il consiglio alla lettera ma i fastidi ci sono sempre e lo stesso vale per i limiti nella partita.
Fu questo stesso dottore a consigliarmi l'esame BARAPODOMETRICO STATICO E DINAMICO fatto in un centro medico specializzato in osteopatia, il quale confermò la sua tesi: per lui si trattava dei denti.
fu così che si arrivò alla soluzione BITE!
ad ogni modo seguirò il suo conssiglio e richiamerò il dott. per verificare il mio stato attuale.
mi permetto un ulteriore domanda:
in questo centro alcuni dott.ri parlarono di rinforzare la parte addominale e le gambe per compensare il dolore
LETTERALMENTE un dott. disse: ... ricreare quell'equilibrio muscolare precedente il periodo di stop... poichè prima io non ho mai avvertito fastidi nonostante il livello di sport molto più intenso.
come fare? se forzo non posso peggiorare le cose? se vado in palestra con l'aiuto di un istruttore con esercizi specifici per addominali e gambe non c'è rischio di una ricaduta??è questa la mia paura?
lei cosa ne pensa?

la ringrazio e la saluto anticipatamente

LELLO