Utente 119XXX
Buongiorno, ho 34 anni e da 1 anno ho iniziato a praticare ciclismo su strada. Esco tutte le domeniche, con uscite che vanno dai 60 ai 120 km. In un anno ho percorso circa 4.000 km. Da circa 2 mesi ho iniziato ad accusare un fastidio alla rotula del ginocchio sx e anche poco sopra. Il fastidio inizia praticamente dopo qualche chilometro in bicicletta e durante l'uscita si fa sentire in maniera continua, anche se in salita molto meno.
Una volta terminata l' uscita il dolore è sempre presente anche se non è forte, ma lo sento nel fare le scale e anche a schiacciare la frizione dell'auto, oltre che al tatto. Il dolore permane anche il giorno seguente e poi scompare, per ricomparire poi in occasione dell'uscita successiva. Mi sono sottoposto a RM che perà non ha evidenziato nulla di particolare, nè a menischi, nè a legamenti, nella norma il quadro articolare tibio-femorale, la rotula è ben centrata nella troclea femorale, corpo adiposo di Hoffa nei limiti.
Ho pensato anche di farmi visitare da un biomeccanico per ottimizzare la mia posizione in sella.
Alla luce di quanto detto, potrei avere un consulto in merito o un consiglio?
Grazie

[#1] dopo  
128794

Cancellato nel 2011
Mi sembra che la decisione di farsi valutare da un medico dello sport con particolare esperienza nella biomeccanica del ciclismo sia la migliore.
Non visitandola non è possibile dire molto, ad ogni modo appare dalla sua descrizione e sarà o meno confermato dalla visita che lei abbia una posizione in bicicletta probabilmente non ottima e che le determina un particolare sovraccarcio a carico delle strutture che le danno dolore. In esercizi del tipo a catena cinetica chiusa come il pedalare se la postura è alterata c'e' la possibilità che determinate strutture siano bersaglio del suo movimento non perfetto. Si faccia vedere dal Biomeccanico che eventualemte potrà indirizzarla verso un collega ortopedico o medico sportivo riabilitatore per poter contemporaneamente mettere in atto delle terapie fisiche che velocizzino e migliorino il suo riequilibrio.