Utente 392XXX
Salve, ho 25anni e faccio nuoto a livello semi-agonistico. In questo periodo causa una lesione al tendine della spalla, sono stato fermo e quindi mi sono concentrato in palestra per lavoro di gambe: scelta errata.
Da una decina di giorni soffrivo di uno strano pizzicore all'altezza del pube e all'attacco della coscia relativa alla parte degli adduttori. Per sicurezza ho applicato un paio di volte il voltaren. Sono stato dal medico che mi ha confermato il mio sospetto: Pubalgia.

Non c'è nessun rigonfiamento della zona, a sinistra il fastidio è del tutto sparito, a destra se guido l'auto avverto dei piccoli fastidi una volta che mi fermo. Il medico mi ha dato una cura di anti-infiammatori (oki) per 4 giorni, ma essendo punto di inserzione e non passandoci chissà quanto sangue in quei punti, questi anti-infiammatori orali non rischiano di non avere effetto?

come posso procedere?

inoltre sono fermo da 15 giorni, potrei cominciare a fare un lavoro di tipo stretching degli adduttori per migliorare la situazione? o devo aspettare il completo passaggio dei sintomi?

il nuoto quanto dovrà attendere?

grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Carlo De Michele

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Il problema della pubalgia è sempre delicato, infatti il disturbo deve essere relazionato alle condizioni generali, alla storia individuale ed alla tipologia di carichi effettuata. In line di massima, quandonon si tratta di un evento traumatico acuto, si associa ad alterazioni dell'assetto posturale, pertanto consiìglio di farsi visitare da un medico dello sport che possa valutare anche le problematiche posturali. Cordiali slauti
dr. Carlo de Michele
Medico Internista
Spec in Medicina dello Sport
Medicina Manuale Osteopatica