Utente 578XXX
Buongiorno. Ho trent'anni e gioco a calcio. Soffro da circa sette otto mesi di un problema alla zona del pube e adduttori. Ha iniziato circa a Febbraio Marzo con un leggero fastidio ad alzarmi dal letto e a fare addominali. Poi nel mese di Aprile il dolore è aumentato e le ultime 2-3 partite ho fatto parecchia fatica a giocare ed ho quindi iniziato a fare delle posture di stretching trovate su di un libro. Più o meno posture di 3-5 minuti l'una per un totale di 30-40 minuti al giorno. 4-5 volte in settimana mediamente. La situazione è rimasta sotto controllo con alti e bassi finchè mi hanno consigliato uno specialista di Padova che attraverso delle movimentazioni mette la postura a posto. Mi ha detto che il mo bacino era sbilanciato in avanti, verso sinistra e verso il basso. Sono andato due volte da questo specialista che mi ha manipolato e consigliato di fare solamente degli esercizi per rinforzare gli adduttori con un cuscino tra le ginocchia. la situazione è migliorata fino a Settembre in cui credevo di esserne quasi uscito. Poi, quasi da un giorno all'altro ho riiniziato ad avere problemi e ho giocato due partite solo grazie a Nimesulide, che mi teneva sotto controllo il male, ma non per tutta la partita. Stufo di questo alternarsi di alti e bassi ho deciso di fare una risonanza magnetica per vedere cos'ho precisamente. L'esito è il seguente: "La valutazione RM eseguita con sequenze T1 e T2 pesate utilizzando anche sequenze con soppressione del tessuto adiposo finalizzata alla valutazione della regione pubica evidenzia nette irregolarità della sinfisi pubica cortico-sottocorticali più evidenti sul versante di sinistra; concomita modesto versamento a livello della sinfisi pubica ma soprattutto vistoso edema spongioso osseo a tale livello ed esteso a livello delle branche ileo ed ischio-pubiche bilateralmente; non sicure fratture da stress rilevabili dalla metodica. Concomitano vaste alterazioni del segnale caratterizzate da iperintensità nelle sequenze T2-pesate in adiacenza all'inserzione mediale del muscolo otturatore esterno di sn e dei limitrofi adduttori sempre di sn correabili ad alterazoni del segnale da sovraccarico e/o da microtraumatismi. Non altre alterazioni di rilievo." Vi chiedo in che modo posso curarmi e/o se devo interrompere l'attività.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ricevendo risposte in questa area potrebbe provare a ripostare ANCHE in area ORTOPEDIA
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 578XXX

Grazie. Proverò.
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi accorgo solo adesso

In considerazione della sua valutazione negativa PUBBLICA alla mia cortesia, quando potevo farmi gli affaracci miei, la prossima volta farò scadere la sua richiesta (dopo 10 giorni il consulto viene respinto). con buona pace per tutti. Peccato che possa andarci di mezzo un altro utente incolpevole .

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 578XXX

Gentile dottor Catania,

Si tratta di un malinteso. Non volevo valutare il suo commento ma il fatto che il quesito sia rimasto senza risposta. Le chiedo scusa e la ringrazio per il servizio. Non è mia abitudine inserire valutazioni sui siti perciò non avevo inteso che la valutazione sarebbe ricaduta su di lei personalmente, ma credevo fosse generica sul quesito. Per me risulta pure antipatico dare valutazioni, ma dal momento che viene richiesto l'ho fatto.
Se chiedo come posso curarmi dalla pubalgia, alla domanda se ritengo utile la sua risposta ai fini del problema esposto è normale che non la giudichi utile per risolvere il mio problema. è una questione di interpretazione. Ho interpretato male e le chiedo scusa.
La prossima volta ci starò più attento.

Saluti e buon lavoro.

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Grazie a Lei per l'attenzione che ha mostrato nei miei confronti

Chiarito tutto (^_____^)

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com