Utente 185XXX
Gentili Dottori,
premetto che pratico palestra, fondamentalmente pesistica e poco cardiofitness da circa 3 anni. Circa un mese fa sono andata a correre e ho corso in un modo diverso da come facevo di solito, ovvero mi era stato consigliato di correre non appoggiando il tallone ed ho corso per quasi 1 ora appoggiando tutta la pianta dei piedi. Non entro nei particolari, fattostà che dopo circa 30 min di corsa ho cominciato ad avvertire dolore sopra al ginocchio destro ma ho continuato a correre perchè non mi sembrava molto forte. Il giorno successivo il male si è accentuato molto e mi faceva malissimo il ginocchio anche solo nei piegamenti da ferma, anche nel letto se piegavo il ginocchio. Su consiglio di un fisoterapista, che mi ha diagnosticato tendinite del tendine del quadricipite, ho cominciato a prendere cerotti antiinfiammatori e ghiaccio, e riposo, anche se comunque ho continuato ad andare al lavoro e quindi a camminare. Successivamnte ho anche effettuato un'ecografia (in cui si vedeva l'infiammazione di quel tendine) e una risonanza magnetica, per escludere altre problematiche. Dalla risonanza è risultato tutto a posto a parte "minima alterazione di segnale in sede inserzionale del tendine del quadricipite sul profilo superiore della rotula". Direi quindi più che confermata la diagnosi, rimane il fatto che dopo 1 mese ancora non riesco a camminare per più di 10 minuti perchè poi ricomincia a farmi male. Ho anche iniziato a fare terapia con ultrasuoni, ho fatto finora 5 sedute e devo farne 10. E' normale che una minima infiammazione si protragga per così tanto tempo? Tra 10 giorni devo partire per un viaggio a Parigi prenotato diverso tempo fa, posso fare qualcosa di un pò più intensivo perchè mi passi? L'idea di andare a Parigi senza poter camminare mi preoccupa abbastanza....Devo sempre continuare con il ghiaccio?
Grazie mille.
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Pasquale Bergamo

36% attività
4% attualità
12% socialità
SCALEA (CS)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Provi a farsi visitare da un Fisiatra il quale sicuramente potrà verificare le sue condizioni cliniche e prescrverle qualche terapia più idonea per il suo problema (diatermia, onde d'urto) .
Saluti
dr Pasquale Bergamo

[#2] dopo  
Utente 185XXX

Gent. Dottore,
riscrivo dopo più di un anno perché da quella volta continuo ad avere problemi. In seguito al messaggio che avevo scritto sopra ho eseguito 1 ciclo di ultrasuoni...direi che poi il male si è alleviato e per camminare normalmente mi è passato il dolore. Di conseguenza si è risolto il problema relativamente al camminare. Succedeva però che ogni volta che provavo a correre dopo pochi minuti si ripresentava il dolore nello stesso punto. Non essendo il running lo sport che preferisco ho evitato di andare a correre. Il problema però mi si ripresenta ogni volta che vado in montagna e faccio le discese, dopo un po' mi torna un male incredibile nello stesso punto e non riesco più a camminare. E' possibile che dopo quasi 1 anno e mezzo, per una lieve infiammazione del tendine, persista ancora il problema nel fare certi movimenti? Se posso evitare di andare a correre, mi pesa parecchio non poter più fare escursioni in montagna a causa del fatto che non riesco a fare le discese.
Qual è il suo parere?
Grazie mille