Utente 122XXX
Salve Dottori, volevo un consiglio. Anticipo che sono affetto da ipotiroidismo, insulino resistenza, e altri problemi ormonali, tutti sotto cura.Comunque la mia domanda è questa. Sono alto 1.85x96.4 kg, vorrei rientrare nel mio peso forma, ossia 85kg. Ho perso 7,5kg in 4 mesi, facendo 5 volte a settimana 45 minuti di camminata veloce e corsa( introducendo le terapie). Ma sto avvertendo un riacutizzarsi di un dolore lombosciatalgico, e in più sto accusando dolore alla punta d'ernia che ho. Volevo sapere se ridurre e quindi fare 3 volte a settimana 50 minuti di camminata/corsa poteva essere sufficiente per continuare a perdere peso. E volevo sapere se nel mio caso fare esercizi con pesi poteva essermi utile. Un'ultima cosa gli addominali possono essere nocivi per la mia punta d'ernia, e se erano utili per chi deve perdere peso. Non so il mio indice di massa corporea, dato che non ho mai fatto la plicometria, ma la farò nel mese prossimo.

Vi ringrazio anticipatamente tutti.
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Iniziamo dalla fine.
L'Indice di Massa Corporea (IMC o BMI in inglese = Body Mass Index) correla altezza e peso del soggetto in esame per farci capire con un solo numero la reale situazione del soggetto stesso (se peso 100 kg sono sovrappeso se la mia altezza è 160 cm mentre se sono alto 200cm sono normopeso).
Dalla sua scheda leggo che il suo è 28,63 (sovrappeso) quindi non ha bisogno di farlo.
La plicometria non ha alcun nesso con l'IMC.
Se vuole calcolarselo la formula è: peso in Kg/altezza in metri al quadrato (nel suo caso 96,4/1,85*1,85).
Se lei ha una "punta d'ernia", addominali e corsa possono essere stimoli ad un peggioramento.
Questo in linea teorica, in quanto non conosco direttamente la sua situazione!
La cosa migliore è che si faccia visitare dal suo medico di base o da un chirurgo addominale che potranno valutare meglio la sua situazione clinica ee la potranno consigliare su che tipo di esercizi fisici eseguire

Rimango a sua disposizione!

Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 122XXX

Grazie Dottor Bacosi per la risposta. Mi sono fatto visitare da un chirurgo mi ha detto che non si tratta di ernia, ma di una lombocruralgia che da gli stessi sintomi di un'ernia solo che collega il nervo crurale facendomi sentire dolore anche nella zona lombare, come avviene tutt'ora. Il chirurgo mi ha prescritto danzen 3 pasticche al giorno e in più una radiografia lombosacrale, dove come risultato ho avuto questo: "Accenno all'appuntimento degli angoli vertebrali. In rapporto a modeste note di spondilosi".

Cosa significa???

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Un piccolo danno alle vertebre che potremmo definire "pre-artrosico" da postura.
Probabilmente le conviene sentire un ortopedico, ma mi sembra una situazione di minima entità!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 122XXX

Può contare il fatto ormonale dato che la terapia testosteronica lo intrapresa solo da pochi mesi??? Dato che se non erro l'artrosi arriva dopo i 50, e avendo 23 anni sarebbe molto preoce?? E' degenerativa la situazione? Ho postato la richiesta in ortopedia ma ancora senza risultato.

Grazie mille Dottore

[#5] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La mia spiegazione è relativa alla risposta che lei mi ha riferito!
L'artrosi è sicuramente relativa ad un'età più anziana della sua (in senso generale).
Di più non le posso dire non vedendo le immagini radiografiche.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia