Utente 109XXX
Buongiorno,
da poco mi hanno diagnosticato una protusione in sede l4 - l5 e un'ernia discale l5 - s1 con compressione del nervo sciatico e conseguente dolore a entrambe le gambe (l'ernia è mediana) e sensazione di formicolio.
Sono andata dall'ortopedico e mi ha detto che non è nulla di grave, è un'ernia abbastanza contenuta e nel giro di 2 mesi dovrei stare meglio.
Ho completato il ciclo di fisioterapia (e il dolore è sempre uguale, non mi è cambiato niente), sono andata dall'osteopata per qualche manipolazione e due volte a settimana vado in piscina per fare esercizi di rinforzo muscolare, tutte le mattine faccio esercizi posturali (squadra di mezieres) e stretching per piriforme e ileopsoas.
Vorrei sapere se posso praticare qualche attività fisica un po' più intensa, sono sempre stata una persona sportiva e stare ferma mi fa stare male...mi è stato consigliato il nuoto, ma sento che non mi fa bene, finita l'oretta (faccio solo rana e dorso, e mooolto blandamente) sento fitte alla schiena tanto che mi è faticoso guidare la macchina per tornare a casa.
Che sport potrei praticare per mantenere la muscolatura e la potenza aerobica?
e' possibile iscriversi in palestra, magari evitando esercizi come la corsa, salti e carichi? davvero non ce la faccio a stare ferma!!!
Grazie dell'aiuto!

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gentile signora, parliamoci chiaramente; se la sua situazione clinica evidenzia una lombosciatalgia con deficit neurologici agli arti inferiori, altro che " non è nulla ".
Esegua una elettromiografia degli arti inferiori, perchè se vi è una compressione della radice nervosa S1 con lombosciatalgia posteriore con segni evidenti di denervazione dei muscoli innervati dallo sciatico derivante dalla radice S1 , si deve allora valutare l'eventuale intervento chirurgico.
Un accurato consuilto ortopedico, un esame clinico semeiologico approfondito è d'obbligo, cosi come una attenta lettura e valutazione della rmn.

Se certamente la sua è invece una protrusione discale o una ernia discale contenuta, senza segni clinici di deficit neurologici periferici, allora esegua delle cure farmacologiche e fisiochinesiche, affidandosi a un ortopedico prima e ad un fisiatra dopo.
Sedute di fisioterapia, specifiche e complete, massoterapia, della ginnastica medica di attivazione del rachide, oltre al nuoto sono importanti; attenta alle manovre dell'osteopata; se vi è una ernia discale o una protrusione molto avanzata non va toccato il segmento vertebrale interessato con manipolazioni vertebrali; sono controindicate nel caso specifico.
Cerchi di guarire prima di pensare a fare attività sportiva; in quanto se sta male peggiora il rachide lombare e la sua situazione facendo gesti inadeguati e dando carichi meccanici anomali su un segmento del rachide sofferente.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -