Utente 306XXX
Salve,

Lo scorso Ottobre praticando arti marziali sono caduto sulla spalla sinistra. I giorni seguenti l'incidente ho avuto forti dolori e ridotta mobilita'. Dopo quale settimana di fisioterapia ho ritrovato la funzionalita' e ho potuto riprendere l'attivita' sportiva.
Tuttavia 4 settimane fa, a seguito di un aumento del dolore, ho fatto una risonanza con contrasto (artogramma), che ha rivelato una lesione parziale frontale del labbro della spalla di tipo Perthes (oltre a la borsa e il tendine del bicipite leggermente infiammati).
L'ortopedico che mi ha visitato sostiene che la lesione e' piccola (1 cm), e che con qualche settimana di fisioterapia (incluso trattamento con ultrasuoni) posso tornare alle arti marziali. Se pero' i sintomi non dovessero migliorare, dovrei farmi operare.

Vorrei sapere:
1)come si definisce la severita' di una simile lesione (Perthes);1cm e' veramente piccola?
2)Come agiscono gli ultrasuoni?
3)La lesione/avulsione del labbro non puo' rimettersi a posto da se: esistono in studio futuri trattamenti che possano "curare" simili lesioni senza l'intervento chirurgico?
4)Quanto all'intervento, quali sono i tempi di recupero? Secondo il medico che mi ha visitato, 6 settimane con braccio immobilizzato, poi fisioterapia e fino a 6/9 mesi prima di riprendere l'attivita'.
5)Se non dovessi operarmi, puo' l'attivita' fisica (Aikido) peggiorare la lesione, o questo puo' solo verificarsi a seguito di un altro incidente?
Aggiungo anche che a riposo non ho praticamente dolore, e riesco a fare tutti i movimenti nella vita quotidiana senza problemi (anche sopra la testa)
6) C'e' la possibilita' che la lesione sia antecedente all'incidente?

Grazie molte!

[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
RAPALLO (GE)
MILANO (MI)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il capitolo della "INSTABILITA' di SPALLA" è molto ricco di autori che hanno descritto le cause che possono determinare una instabilità di spalla.
Perthes (1906) ha descritto una lesione che ha preso poi il suo nome che è rappresentata da: "Distacco sottoperiostale della capsula anteriore dal collo della glenoide". Tradotto in termini comprensibili significa che la "guaina" che protegge l'articolazione della spalla non è più a "tenuta" per così dire. La lesione di 1cm si trova in un range di "osservazione" poichè, proprio come le ha detto il collega, bisogna osservare se va incontro ad un progressivo migliramento oppure - in caso di peggioramento - bisogna affidarsi quindi alla soluzione chirurgica.
Per il resto condivido con il collega su quanto le è stato proposto.
IL futuro di questa lesione dipende da molti fattori tra cui anche un certo "stress" anatomico dovuto al suo sport.
Difficile stabilire se la lesione sia antecedente all'incidente.
Auguri
(legga anche il link: http://www.luigigrosso.net/spallalussazione.htm )
Dr. Luigi Grosso - Chirurgia e Artroscopia Spalla e Gomito
Presidente Associazione Insalux
web: www.luigigrosso.net - www.saluteinspalla.net
mai

[#2] dopo  
Utente 306XXX

Gentile Dott. Grosso,

La ringrazio per la sua risposta! Vorrei porle un'ultima domanda: puo' una simile lesione "guarire" da sola, ovvero' puo' il labbro ritornare a essere "a tenuta" senza intervento chirurgico?
E in questo caso, la scomparsa del dolore indica la guarigione (la lesione si e' rimarginata), o semplicemente la lesione e' diventata asintomatica?

Distinti saluti!