Utente 323XXX
Salve,

Ho un dubbio che mi assilla:

Ho avuto una lesione inportante del tendine di achilla all'estero trattata erroneamente come strappo muscolare per 2 settimane. Ho fatto dopo due settimane la risonanza magnetica che ha dato una evidenza di una quasi rottura con lesione type 2-3 gap 3cm-3, 5cm.

Rientrato in italia, dopo tre settimane da infortunio, sono andato in un istituto ortopedico. Qui mi hanno sconsigliato di operarmi ed ho iniziato terapia incruenta:

Fatto 3 settimane di equinismo con gesso;
Ora per 30 giorni devo deambulare con due stampelle, caricando un po con scarpa con un po di tacco.

Il dottore mi ha detto che potrei avere un deficit sportivo identificabile dopo 6 mesi, qualora non fosse accettabile potrei operarmi inseguito per corregerlo.

A livello statistico una terapia incruenta contro quella cruenta quanto in percertuale puo dare deficit sportivo?

Cosa significa in soldoni avere un deficit sportivo? Non posso fare le olImpiadi ? Io gioco amatorialmente a tennis, corsa, trekking...non faccio competizioni!

Grazie,

Alex

[#1] dopo  
Dr. Marco Giaracuni

20% attività
0% attualità
0% socialità
MELENDUGNO (LE)
ALBEROBELLO (BA)
ARADEO (LE)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
un gap di 3 cm 3 cm e 1/2 vuol dire molto e non so dire quaanto la terapia incruenta riesca a risolvere il problema.
In america c'è la tendenza ad immobilizzare in equino il piede con ginocchio flesso e senza carico per 30-40 giorni e più. Lei è stato immobilizzato dopo 2 settimane. Tra l'altro tenga in mente che un tendine sano è difficile che si rompa, quindi probabile che il tessuto tendine non fosse proprio combinato bene prima della rottura e di conseguenza la guarigione potrebbe essere ritardata da questo. Ora comunque ha già intrapreso la via incruenta di conseguenza non può far altro che aspettare, a meno che non debba fare le olimpiadi l'estate prossima!!!
Dr. Marco Giaracuni

[#2] dopo  
Utente 323XXX

Grazie per feedback. Adesso deambulo con due stampelle caricando poco da 1 settimana con apparente disinvoltura; talvolta sono tentato a camminare senza e provare se sono in grado, ma preferisco andare cauto.

Quando lo scorso 6 novembre mi hanno levato gesso, dopo 3 settimane in equino, il dottore alla visita di controllo mi ha detto che clinicamente va bene nonostante il piede ed il calcagno siano ancora gonfi!
Il dottore mi ha spiegato che adesso il tendine e' continuo, quindi terapia sta andando bene.

E' normale che dal giorno del mio infortunio avvenuto il 22 settembre , il piede sia ancora un po gonfio?

Talvolta avverto bruciori, sopportabili non sono eccessivi, al calcagno ed al tendine! Sono in sintomi nella norma, legati al processo di guariggione?

Grazie,

Alex

[#3] dopo  
Utente 323XXX

Salve,Ho fatto una rmi due giorni fa per verificare come stia andando la mia guarigione. Attendo di discutere referto con ortopedico.

Il referto recita:"Si rilevano esiti di pregressa lesione del tendine di achille. Il tendine presenta in atto diffusa e disomogenea alterazione del segnale ed esteso incremento del calibro. E' presente modesto edema del peritenonio. Non si rilevano altre lesioni tendinee o ligamentose. Non si evidenziano lesioni ostecondrali a focolaio. Si apprezza sfumato edema delle parti molli retrocalcaneari."

In parole semplici cosa signitica?

Sto guarendo bene? O mi devo preoccupare?

Grazie,

Alex

[#4] dopo  
Utente 323XXX

Salve,Ho fatto una rmi due giorni fa per verificare come stia andando la mia guarigione. Attendo di discutere referto con ortopedico.

Il referto recita:"Si rilevano esiti di pregressa lesione del tendine di achille. Il tendine presenta in atto diffusa e disomogenea alterazione del segnale ed esteso incremento del calibro. E' presente modesto edema del peritenonio. Non si rilevano altre lesioni tendinee o ligamentose. Non si evidenziano lesioni ostecondrali a focolaio. Si apprezza sfumato edema delle parti molli retrocalcaneari."

In parole semplici cosa signitica?

Sto guarendo bene? O mi devo preoccupare?

Grazie,

Alex