Utente 295XXX
Salve a tutti... Ho 19 anni e pratico bodybuilding da 1 anno circa...Da un pó di tempo afferrando oggetti pesanti con la mano sx supina nella porzione del movimento a braccio semiteso, fino ad arrivare a circa 60º sento tirare il tendine distale (non dolore, proprio tira).. Ma comunque in allenamento non aveva mai dato alcun problema neanche nei curl, dove dopo un adeguato riscaldamento non si sentiva piu nulla... Invece da una settimana circa si sente anche allenando il dorso, i curl riesco tranquillamente a farli ma comunque sento questo fastidio... Cosa può essere?
Ho riposato una settimana applocando ghiaccio ma non sembra esser cambiato nulla.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ricevendo risposte provi a ripostare anche in area ORTOPEDIA

tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 295XXX

Grazie millenora provo... Comunque essendomi informato meglio sui termini anatomici non è il tendine, ma l'aponevrosi (lacerto) che "tira".. Esattamente nel punto di attaccatura al muscolo

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Provi allora
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente,
potrebbe trattarsi semplicemente di un problema da sovraccarico funzionale.
Va bene il riposo, bene il ghiaccio ma comunque resta necessaria una ecografia.
Come terapia fisica, vista la superficialità del tendine, sono indicate la TECAR terapia resistiva ed il laser.
Saluti
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#5] dopo  
Utente 295XXX

Grazie mille della risposta... Cosa potrebbe evidenziare un'ecografia secondo lei? Rischio qualcosa allenando il dorso?

[#6] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Se avessi la palla magica tutto diventerebbe più facile.
L'ecografia in mani esperte dà un quadro particolarmente preciso del problema inserzionale anche per la superficialità del tendine in sede distale.
Per quel che riguarda il dorso o qualsiasi altra zona del suo corpo, si ricordi che la fretta fà i "gattini ciechi" e che il sovraccarico funzionale diventa il secondo maggior nemico di chi fà cultura fisica (il primo ovviamente è il doping).
Ai culturisti catanesi che si rivolgono a me per problemi traumatologici dico sempre che il culturista medio è una Fiat 500 al quale si vuole istallare un motore Ferrari con la presunzione di avere poi una fuoriserie.......
Saluti
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#7] dopo  
Utente 295XXX

Mm farò l'ecografia allora... Comunque il fastidio è all'attaccatura del lacerto fibroso con il muscolo , quasi lateralmente.. Due diversi fisioterapisti tastando la zona non trovano assolutamente nessuna contrattura... Comunque previo adeguato riscaldamento riesco ad allenarmi quasi normalmente .. Nel fare l'ecografia ha qualche particolare accorgimento sulla zona da far analizzare principalmente, sulla posizione della mano( dato che sento il fastidio solo a mano supina)..?

[#8] dopo  
Utente 295XXX

Salve dottore, ho appena effettuato un'ecografia che ha analizzato il muscolo, l'aponeurosi fino all'avambraccio , il tendine, vasi, arteria e tutto e non ha trovao assolutamente nulla, tutto nella norma... Cosa consiglia lei oltre il riposo? Sto comunque applicando ghiaccio e celadrin...
Grazie e buona giornata :)

[#9] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente,
Più che riposo funzionale sarebbe il caso di mobilizzare la zona abbassando notevolmente i carichi di lavoro.
Inoltre la seduta di ghiaccio và protratta per 30 minuti (non oltre perche si tratta di una zona tendinea e quindi scarsamente vascolarizzata); dopo il ghiaccio applichi il Celadrin massaggiando bene la parte fino al completo assorbimento. Quindi riapplichi il celadrin, lo spalmi e copra la zona con la pellicola trasparente (il classico Domopak). Questo bendaggio occlusivo lo deve tenere per 90 minuti (non oltre) tutte le sere per una settimana.
Saluti
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#10] dopo  
Utente 295XXX

Grazie mille per l'aiuto, già il sapere di non aver nulla al tendine con l'ecografia è una cosa che mi rasserena molto, cordiali saluti :)

[#11] dopo  
Utente 295XXX

Salve dottore e scusi il disturbo, le volevo porre all'attenzione 2 foto da cui si può avincere meglio il problema
Nella prima afferro un'oggetto a mano supina , come vede l'aponeurosi tende a mettersi come in rilievo scatenando il fastidio, ma basta essere un pó a caldo perchè torni alla posizione originale senza dare più alcun fastidio

http://i57.tinypic.com/vxjaiw.jpg

In quest'altra foto mostrante lo stesso braccio può notare l'aponeurosi in condizioni normali di contrazione contro nessuna resistenza, come vede sta più "in basso"
http://i60.tinypic.com/11b6v5u.jpg

Nell'altro braccio indipendentemente dal fatto che afferri un oggetto o meno , l'aponeurosi è sempre come la seconda foto, cioè nella sua normale posizione

[#12] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente,
le foto postate non si riescono ad aprire. La sua descrizione del gesto ed il fatto che l'ecografia è risultata negativa, però, potrebbe significare che forse sono residuate delle aderenze muscolari che con un adeguato programma di bendaggi occlusivi come ho precedentemente descritto e di massoterapia accoppiata ad un trattamento con fibrolisore (in mani esperte), dovrebbe risolvere il "caso".
Saluti
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#13] dopo  
Utente 295XXX

Per aprire le foto dopo aver cliccato il link deve cliccare "esci dal sito mediciitalia e visualizza foto"
Mi hanno consigliao di tentare anche di "sciogliere" il tessuto connettivo dato che potrebbe essere causato da un suo "aggrovigliamento".. In questo modo
http://youtu.be/epo2o-CPw28

Dicendomi che potrebbe essere l'inizio di una tendinite... Sono sempre più confuso..
Il suo trattamento lo so eseguendo, ma non cambia nulla... Sto facendo stretching, riposo, crema ghiacci ma non cambia nulla

[#14] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente,
il presunto aggrovigliamento ed il successivo scioglimento manuale descritto nel link conferma che potrebbero esserci delle aderenze che hanno bisogno, per l'appunto, di essere "sciolte".
Nulla osta a quanto descritto ma, almeno per l'inizio, mi farei seguire da un fisioterapista.
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#15] dopo  
Utente 295XXX

Ho preso un appuntamento con un fisio per lunedi... Ma posso allenarmi senza rischi seguendo il principio del "non dolore"? cioè esercizi e prese che non causano il suddetto fastidio?

[#16] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Il dolore rappresenta sempre un campanello d'allarme; il modo che il nostro corpo ha per dire che qualcosa non va.
Moderazione ed auguri
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it