Utente 177XXX
A mio figlio di 14 anni gli è stato diagnosticato una lieve scoliosi,inoltre ha un atteggiamento cifotico, petto escavato, piede sx piatto II°. Poiché pratica sport in palestra eseguendo esercizi con macchine che prevedono sollevamenti, spinte di pesi, vorrei sapere se tali esercizi sono dannosi e possono compromettere la crescita ossea e muscolare. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente,
premesso che un ragazzo non si dovrebbe avviare alla sala pesi prima dei 16 anni, la diagnosi di scoliosi con atteggiamento cifotico del torace impone una valutazione più strettamente specialistica (ortopedica, fisiatrica, medicosportiva) che possa stabilire un programma di ginnastica correttiva e posturale che contribuisca a limitare i danni.
Il piede piatto si valuta con un esame baropodometrico statico e dinamico per la prescrizione della ortesi plantare "ad hoc".
Intanto lo faccia allontanare dalla sala pesi....
Saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#2] dopo  
Utente 177XXX

Grazie dottore,
volevo solo precisare che mio figlio fa esercizi in palestra utilizzando attrezzi, tipo tapis roulant, cyclette, panca addominali e pettorali, macchina addutori e abduttori, leg extension . Vorrei sapere se gli esercizi fatti a questi attrezzi sono dannosi per la crescita e se si quali sports invece sono consigliati. Grazie

[#3] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente,
ribadisco, faccia valutare la schiena di suo figlio da uno specialista.
L'attività sportiva che stimola la crescita è qualsiasi sport aerobico che di fatto stimola l'ormone GH o ormone della crescita.
Uno sport adatto potrebbe essere il nuoto (stile dorso visto che suo figlio accusa un atteggiamento cifotico della colonna toracica).
Gli altri sport risentono della forza di gravità terrestre quindi, in questi casi, sono da valutare le intensità ed i carichi di lavoro intrappresi.
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it