Utente 388XXX
Buonasera,

Sono una donna di 30 anni che pratica il Brazilian jiu jitsu (BJJ) da circa un anno e con un passato di più di15 anni nella ginnastica ritmica.

A ottobre 2014, dopo la lezione di BJJ mi fermo in palestra per una lezione di capoeira. La palestra è fredda, mi fermo mezz'ora tra le due lezioni, mi sento stanca ma non eccessivamente.

Dopo circa 10' dall'inizio della lezione l'istruttore chiede di effettuare uno slancio avanti della gamba e di continuare con uno slancio indietro, come un pendolo senza cambiare il piede di appoggio, portando avanti il busto e appoggiando le mani.

Nell'eseguire la seconda parte dello slancio, tenendo in appoggio la gamba dx, mi trovo con le mani a terra e in posizione di spaccata, ma improvvisamente la gamba di appoggio mi cede e si sente un sonoro "crack" (udito da tutti). Mi accascio al suolo, non potendo controllare la gamba e non riesco subito ad alzarmi. D'istinto mi tocco la parte posteriore della coscia sopra il ginocchio dove percepisco chiaramente un "buco".

Il giorno seguente vado in una clinica privata (vivo all'estero dal 2012 e spesso spiegarsi non è semplice). Il medico dice che si tratta di un lieve strappo non essendoci gonfiore, di usare le stampelle per 2-3gg, di seguire la procedura RICE e di rivolgermi a un fisioterapista.

Il mese seguente non riesco a stare seduta al lavoro (lavoro in ufficio davanti al pc) perché avverto dolori improvvisi nella gamba e sono costretta ad alzarmi di scatto. La gamba inoltre non mi sostiene mentre cammino (una sera al cinema cado letteralmente dopo essermi alzata alla fine della proiezione).

Vado quindi da una fisioterapista per circa un mese, che mi pratica solo massaggio e le faccio notare che il polpaccio dx è almeno 2 cm più corto del sx se lo contraggo. Lei sostiene che lo strappo sia all'interno del gluteo e negli ischiocrurali sopra il ginocchio.

Riprendo gradualmente il BJJ, il dolore sembra essere sparito. A Natale decido di fare una corsetta, ma dopo 20' inizio a percepire un dolore acuto a lato del ginocchio dx, la gamba mi pesa, non mi sostiene e sento un dolore dall'anca fino al piede, per cui cammino fino a casa (il dolore sparisce dopo qualche gg).

Continuo col BJJ. A marzo riprovo a correre, ma nuovamente dolore fortissimo dopo circa 20', per cui mi fermo e smetto di andare a correre.

2 gg fa decido di andare a nuotare (1500 m tra rana e dorso), ma durante le ultime vasche lo stesso dolore della corsa, che non mi sarei aspettata in piscina. Finisco le vasche ed esco.

Ora io credo di non essere ipocondriaca, né di avere una soglia del dolore bassa: il dolore è forte.

Gentilmente potrei sapere se è normale provarlo ancora tanto forte dopo 8 mesi se si tratta di un "lieve" strappo?
Potrebbe trattarsi di una lesione diversa?
C'è eventualmente un tipo di visita o degli esami che mi potreste consigliare?

Vorrei solo capire se devo convivere col male.

Grazie

Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le consiglio di ripostare anche in area ORTOPEDIA

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 388XXX

Grazie mille per il consiglio!

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla

Saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com