Utente 390XXX
Non pratico sport da ben 3 anni, ma mi sono sempre tenuto in movimento, nonostante gli esercizi fisici non facessero parte della mia routine quotidiana, sono sempre stato un passo avanti rispetto agli altri anche grazie alle mie potenzialità calcistiche che col tempo sono migliorate. Non avevo mai avuto problemi muscolari o fisici quando praticavo corsa campestre e calcio, forse anche per la mia giovane età, ma la scorsa volta durante una partita di calcetto tra amici quando ho tirato ho sentito un dolore mai avvertito alla coscia, precisamente nel retto femorale. Ingenuamente ho continuato a giocare calciando e compiendo scatti a destra e manca, fin quando il dolore è diventato più forte di quanto mi aspettassi, ho deciso di lasciare il campo a partita in corso. Preoccupato ho subito pensato ad uno strappo, non avendo ghiaccio a disposizione per diversi intervalli buttavo acqua fredda sulla parte dolorante, il merito delle mie azioni negative in ambito sportivo erano dovute all'incompetenza su quel reparto. Quindi tornato a casa per informazione ho girovagato per i siti cercando di capire quali fossero i sintomi di uno strappo. Ho letto che uno strappo è dovuto ad una lacerazione totale delle fibre muscolari, e le conseguenze erano ematomi e avvallamenti sulla parte interessata, cose che fortunatamente non ho riscontrato nel mio caso. Sono fermo da circa 10 giorni perché voglio evitare di peggiorare le cose, ma non ho seguito nessuna cura. Non vorrei peggiorare la situazione e sinceramente ho fortemente paura di tornare in campo anche perché stando a casa ho notato che compiendo movimenti bruschi il dolore si fa sentire, ovviamente in modo molto lieve rispetto ai primi giorni. Spero vivamente in una risposta con consigli che mi aiuterebbero anche a colmare quei dubbi che mi tormentano da giorni.
UN GRAZIE PER LA DISPONIBILITA'

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non ricevesse risposte in questa area Le consiglierei di ripostare anche in area ORTOPEDIA.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com