Utente 422XXX
Salve . Sono un ragazzo che gioca a calcio da anni , sino al gennaio di quest'anno quando durante un allenamento ho sentito una fitta alla zona inguinale, da quel giorno non ho più ripreso l attività . Subito feci ecografia e radiografia entrambe che confermavano la pubalgia .Ho provato di tutto: inizialmente massaggi alla schiena , poi sotto consiglio di ortopedico 10 sedute di tecarterapia che si sono rivelate inefficaci (anzi hanno fatto aumentare il dolore) , poi 2 sedute di osteopatia con sbloccamento del bacino . Lo stesso osteopata mi disse che la causa era dovuta alla posizione del bacino che era ruotata verso destra . Dopo queste sedute dall osteopata il dolore è diminuito ma rimaneva una fastidio costante . Recentemente andando da una fisiatra che vesitandomi mi ha prescritto 10 sedute di posturale ( allungamento dello psoas ) e riposo . Ma le cose sono andate di male in peggio , difatti proprio ieri mentre mi trovavo in mare ho sentito una nuova fitta questa volta all altra gamba e purtroppo sento lo stesso dolore della prima . la cosa strana che però mi è capitata è che provando a correre il dolore non lo sento , mentre sia nel camminare che nello stare fermo sento il dolore . Ora sono arrivato a settembre e vorrei iniziare la preparazione , naturalmente differenziata . Cosa mi consigliate ? Sono arrivato al punto da pensare ad un intervento letto su internet . Grazie in anticipo a chiunque risponderà

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ricevendo risposte in questa area Le consiglierei di ripostare anche in area ORTOPEDIA.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com