Utente 492XXX
Buonasera dottori, sono consapevole che un consulto online non possa sostituire una visita medica ma volevo chiedervi un parere per capire come procedere e a chi rivolgermi.

Da qualche settimana ho notato un dolore dietro al ginocchio che identifico nella parte alta del polpaccio (polpaccio dx, zona esterna dx) solo ed esclusivamente quando fletto il ginocchio e mi siedo sui talloni ad esempio durante lo stretching dopo l'attività fisica, premetto che a tal proposito da circa 2 settimane non sto in alcun modo allenando le gambe in palestra né eseguendo attività cardio come corsa o cyclette.
Ipotizzando un'infiammazione, per circa 4 giorni ho provato a prendere del Ketoprofene e applicato della Voltaren nella zona interessata ma il fastidio non ne vuole sapere di scomparire. Il ginocchio non è gonfio e non fa male quando cammino o durante qualsiasi attività quotidiana, il problema compare solo nell'occasione descritta sopra.

Secondo voi cosa potrebbe essere? Cosa consigliate? Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente, come ha giustamente detto il consulto online non sostituisce la visita specialistica ma tentiamo comunque di circoscrivere il problema.
Visto che il dolore viene esacerbato dalla posizione accosciata, potrebbe essere un problema alla parte posteriore del menisco laterale destro (corno posteriore); questa lesione è la più frequente anche se pare strano che intervenga alla sua età visto che apparentemente non ha avuto traumi. Se invece avesse avuto più di 40 anni allora si: Dopo questa età può succedere anche in assenza di trauma, generalmente distorsivo, raramente da trauma diretto.
Il ginocchio non è gonfio quindi non sembrerebbe un problema sinoviale.
Consigliabile dopo un consulto specialistico ad personam, un esame RM che potrà derimere gli ultimi dubbi.
Nel frattempo, ghiaccio e pomata vanno bene a patto di saperle usare; il ghiaccio, in articolazione, va protratto per 30 minuti con l'interposizione di un panno tra la pelle ed il ghiaccio. Finita la seduta si potrà passare il FANS in gel avendo cura di farlo assorbire al meglio con il massaggio; quindi ripassarlo, distribuirlo e coprire tutta la zona con la pellicola per alimenti (il domopak per intenderci). Questa operazione si chiama bendaggio occlusivo e sfrutta l'effetto serra creato dall'aumento di temperatura della articolazione indotto dalla vasodilatazione compensatoria e dal mantenimento della temperatura grazie al domopak.
Dopo un'ora e mezza, rimuovere tutto e lavare bene la parte. Mai passare la notte con il bendaggio occlusivo; potrebbero esserci fenomeni si sensibilizzazione della cute!!
Spero di esserle stato utile.
Cordiali saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#2] dopo  
Utente 492XXX

La ringrazio, dottore, allora nel frattempo nei prossimi giorni proverò così e se le cose non dovessero cambiare mi rivolgerò ad uno specialista in zona. Solo un'ultima domanda: esercizi leggeri e senza alcun sovraccarico come lo squat a corpo libero (con un'esecuzione lenta e controllata) possono compromettere la situazione e quindi consiglia di continuare con un riposo totale o è possible riprenderlo, ovviamente in modo molto blando, per cercare di mantenere nei limiti del possibile i progressi acquisiti?