Utente 242XXX
Ho subito un trauma al piede cadendo dalla scala di alluminio di casa. Ho sbattuto fortissimamente sopra e sotto il piede. Ho subito anche una distorsione. Sono passati quasi 2 mesi e ancora sento dolore camminando e indebolimento generale piede. Il gonfiore e quasi sparito. Un po e all altezza del malleolo ma se sto molto all impiedi. Ho gia fatto 2 visite specialistiche ortopedico. Dalla palpazione IL medico asserisce che non occorrono altri accertamenti diagnostici. Ho fatto solo rx 4 giorni dopo il trauma. Niente fratture. Ho preso le pillole elastoven per 30 giorni. Cerotto antinfiammatorio per 10 Giorni. Gambaletto prima classe di compressione. Che devo portare per un altro mese. Il dolore all inizio era piu intenso nel metatarso di lato e poi ho sbattuto sotto il piede nella parte dell incavo dove c e stato uno sversamento I primi giorni poi scomparso. Ora il dolore non e completamente finito. Sento il piede come indebolito quando cammino. E anche LA caviglia. I primi giorni . 20 giorni.ho curato il gonfiore stando a riposo per 20 giorni applicando I primi tre giorni ghiaccio e pomata elastoven. Ora l ortopedico mi ha prescritto le punture clody 200 prima 1 ogni tre giorni per 5 volte e poi una ogni 15 giorni per tre mesi. Dice per evitare possibile osteoporosi premesso che sono una donna di 55 anni. Mi chiedo ritornero' nella mia funzionalita '. Dovrei fare qualche altro accertamento?

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente, non sarebbe male se integrasse gli accertamenti con una ecografia (per valutare l'effetto del trauma sui tessuti), un ecocolordoppler vascolare che possa evidenziare oppure ecludere un coinvolgimento arterovenoso ed infine anche un esame baropodometrico computerizzato statico e dinamico (analisi del passo) per una migliore valutazione del suo passo e degli eventuali sovraccarichi determinati da "zoppìa di fuga" o altro.
Cordiali saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#2] dopo  
Utente 242XXX

Grazie, non capisco perche. L ortopedico mi ha detto di non fare ecografia . Alla mia richiesta MI ha detto che per il momento non ce n era di bisogno. Ora io devo portare il gambaletto 1 classe di compressione . Ieri l ho tolto perche c era troppo caldo ed ho visto che la sera la mia caviglia era gonfia. Oggi l Ho portato tutto il giorno e il piede e sgonfio. toccando l. Incavo del piede. Sento teso il tendone flessore lungo dell alluce . credo sia quello.quando lo tocco sento fastidio.

[#3] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente, il fatto che non usando la calza elastica il suo piede si gonfia conferma il mio pensiero, quello di una insufficienza venosa da valutare con un ecocolordoppler vascolare. L'ecografia senve essenzialmente par valutare l'effetto del trauma e vedere se ci sono o meno aderenze che possano supportare la sintomatologia.
Con l'esame baropodometrico si valuta, infine, il suo appoggio plantare per vedere se ha bisogno o meno di un plantare.
Cordiali saluti
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it