Utente 461XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 24 anni. da circa 4 mesi assumo dilatrend 25 mg mezza compressa la mattina e mezza la sera, causa forti extrasistole, e lucen 20 mg mattina e sera, gaviscon dopo pranzo e dopo cena.
La cura è stata dettata dal mio medico di base dopo un ricovero in cui si è evidenzata un incontinenza cardiale, numerose extrasistole benigne, e conseguente reflusso dovuto all incontinenza.
È da circa due settimane che la mattina presto vado a fare una corsetta leggera per circa un ora e al ritorno non riscontro nessun tipo di problema, sia allo stomaco che al cuore, tutto regolare.
Ieri sera sono andato a fare una partita di calcetto tra amici, un ora prima della partita ho assunto mezza compessa di dilatrend 25 mg e lucen 20 mg. Durante la partita nessun problema. Finita la partita, torno a casa e faccio la doccia, nel frattempo non bevo assolutamente nulla, nemmeno acqua. Dopo la doccia accuso un lieve bruciore di stomaco, però non avendo mangiato nulla ne prima della partita ne dopo, decido di farmi una camomilla con corn flakes. Appena finito di "cenare" accuso un dolore fortissimo alla pancia, vado in bagno e faccio diarrea. Finita la scarica decido di stendermi sul letto per il dolore troppo forte, quasi come delle coltellate miste a bruciore alla pancia che mi portano alla sudorazione fredda, pallore ed infine allo svenimento, i miei genitori mi buttano acqua fredda in faccia, alle caviglia alla testa e dopo qualche minuto mi riprendo.
Appena mi alzo dinuovo dolore alla pancia, vado in bagno e dinuovo scarica di diarrea. La cosa finisce lì, vado a dormire e oggi è tutto normale nessun dolore e nessun fastidio. Ho consultato il mio medico e mi ha detto che si tratta di sincope gastroinestinale, volevo anche un vostro parere, se è il caso di fare altri accertamenti e come mai è capitato questo episodio che mi ha portato allo svenimento. Sono preoccupato perchè martedi devo andare fuori italia per lavoro e vorrei consigli su cosa fare. Grazie della vostra attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente, Il problema della extrasistolia, sicuramente ventricolare, data dalla incontinenza cardiale con conseguente reflusso gastroesofageo non va trascurato perchè la stessa aritmia viene definita benigna. Si tratta pur sempre di una aritmia dovuta ad una "spina irritativa" costantemente presente come il reflusso e per tale motivo non ci scherzerei su. La benignità di questa aritmia, presumo sia stata definita con esami di secondo livello cardiologico (ecocardiogramma, holter ECG 24 ore e test ergometrico massimale); se così non è, il mio consiglio è quello di effettuare questi esami in maniera scrupolosa ed attenta per escludere altri fattori "irritativi" verso il cuore. Poi, molto importante è stabilire se lei ha avuto una lipotimia oppure una vera e propria sincope. Se ha perso completamente coscienza si tratta della seconda ed in questo caso andrei con i piedi di piombo.
Resto a sua disposizione.
Cordiali saluti
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#2] dopo  
Utente 461XXX

Innanzitutto la ringrazio per la sua risposta.
Per quanto riguarda lo svenimento, è stato lieve, mai svenuto in 24 anni di vita mia, ero cosciente, gli occhi appena aperti, durato pochi secondi, ma stremato dal dolore ero senza forze.
Per quanto riguarda i test da lei segnalati ho effettuato tutto tranne test ergometrico massimale. Questo è il secondo holter effettuato dal mio cardiologo:holter 24H. Esito: battiti ventricolari: 2571 con 0 Run V e 0 coppie VE. Eventi di bigeminismo ventricolari 34. Ectopia sopraventricolare 3, con 0 SV-Runs e 1 coppie SVE. (Se avete bisogno di altre informazioni per l holter ho tutto quello che serve, ho scritto solo le cose che credo siano più importanti). 
Il mio cardiologo dice di non preoccuparmi perchè dipende dallo stomaco e con la cura che sto facendo nel giro di un anno si può risolvere. Lei cosa ne pensa dopo aver visto holter?
Altra cosa che volevo chiederle, secondo lei perchè ieri sera è capitato questo episodio? Quale è stata la causa? La ringrazio per il suo tempo.

[#3] dopo  
Utente 461XXX

Per quanto riguarda lo stomaco sono ormai 8 mesi che non tocco alcolici ne coca cola, ne cioccolato ne alimenti pesanti. Cerco sempre di mangiare leggero per evitare di appesantirmi. La cosa che mi preoccupa è che martedi devo andare fuori Italia per lavoro e vorrei sapere se secondo lei posso partire sereno o è meglio rimandare la partenza. Grazie ancora

[#4] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente, come confermato dal suo cardiologo, la sua aritmia dipende essenzialmente dal RGE provocato dalla incontinenza cardiale. Per quanto riguarda lo svenimento, nel suo caso si tratta di lipotimia, ben diversa dalla sincope e perciò non mi preoccuperei più di tanto. Effettui un esame del sangue analizzando tutta la routine compresi gli elettroliti sierici. La partitella la riservi in orari serali e comunque con temperature miti e tassi di umidità bassi.
Cordiali saluti
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#5] dopo  
Utente 461XXX

Buonasera dottore, dal momento che da poco ho iniziato un lavoro come cameriere in un ristorante dalle 16.30 alle 00.00 volevo sapere, visto che fino ad oggi la cena la facevo sempre intorno alle 20.30 e assumevo dilatrend e lucen verso le 19.30, adesso che ho iniziato questo lavoro a causa del sovraffolamento e dal momento che non posso fermarmi a lavoro nello stesso orario per cenare, le due pillole posso assumerle tranquillamente sempre alle 19.30 ma per quant riguarda la cena, cosa mi consiglia di fare? non succede nulla se ceno verso le 00.00? come posso fare per evitare bruciori di stomaco? grazie per la sua attenzione.

[#6] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Ge tile utente, posticipare la cena non è un problema, in linea di massima. La cena deve intenderla, in questo caso, poco più di uno spuntino. Molto importante non andare subito a letto perchè vanificherebbe quanto approntato dal suo cardiologo. Calcoli due ore circa prima di stendersi a letto. Dopo la frugale cena descritta, prenda un antiacido ( tantissimi in commercio). E stia lontano dallo stress.
Cardiali saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it