Utente 271XXX
Gentile dottore,
da circa due settimane ho dovuto ricorre alla pillola anticoncezionale (Belara) a scopo terapeutico ( ho un grosso mioma all'utero di 124 mm) e non intendo, almeno nell'immediato, di sottopormi a isterectomia. Ho 49 anni e da circa tre anni mi dedico alla corsa su strada partecipando a diverse gare. Ora, da quando prendo la pillola sono aumentata un po' di peso (poco più di due chili in due settimane!), ho qualche difficoltà nella gestione del sonno e ho subito un notevole calo nella resa sportiva: corro con il cardio frequenzimetro e la cosa curiosa che ho notato è una sorta di divaricazione tra la fatica percepita, soprattutto a livello respiratorio, e la frequenza cardiaca, alquanto controllata. Sto assumendo anche del Ferrograd per compensare l'abbondanza del ciclo.
Mi può prospettare una spiegazione di questo stato? E' il caso che interrompa la pillola e mi rassegni all'intervento? Sarò in grado, stando così le cose, ad affrontare un impegno sportivo importante a fine mese? (30 km in montagna?)
La ringrazio anticipatamente per i consigli che mi vorrà dare.

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Non è possibile rispondere ai suoi quesiti e tanto meno alla domanda relativa alla possibilità di effettuare un impegno sportivo a fine mese ...
Visto che quanto riferisce sembra essere legato all'uso della pillola, le consiglio di rivolgersi al suo ginecologo per tutte le indicazioni del caso.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com