Utente 122XXX
Salve sono un ragazzo di 24 anni di Roma, svolgo l'attività di arbitro a livello nazionale quindi ho bisogno di allenarmi per almeno 4 volte a settimana.
Lo scorso anno ho sentito un fortissimo dolore al piede destro precisamente all'interno del malleolo che mi ha bloccato per circa 1 mese.Pensando che fosse soltanto una piccola infiammazione ho rispreso a correre ma sentivo sempre un dolore , a volte molto forte.Sono andato da un fisioterapista che mi ha fatto fare 5 sedute di TECAR e 5 con il macchinario a onde.
Dopo di che il problema persisteva allora mi ha fatto fare 10 sedute di potenziamento della moscolatura del piede , ma niente.
Allora sono andato da un podologo che mi ha fatto una puntura di cortisone pensando che il problema si sarebbe risolto , ma niente.
A questo punto ho cambiato podologo che mi ha fatto un plantare ma il problema dopo un anno continua a persistere.
Il dolore ora da fermo non è eccessivo ma ogni volta che corro e sforzo si fa sentire e al termine dell'allenamento o della partita mi fa male per circa 1 giorno.
Cosa devo fare aiutatemi, ho paura di rovinare qualche legamento o tendine.
Grazie per la vostra attenzione.
Grazie

[#1]  
gentile signore,
probabilmente non è stata ancora effettuata una corretta diagnosi.
Ha effettuato qualche accertamento diagnostico?
Mi faccia sapere....
cordialità

[#2] dopo  
Utente 122XXX

salve ho effettuato una risonanza magnetica il 23/12/08 , le riporto il referto:

Tracce reattivo-sinoiali nei segmenti tibio-astragalico e tibio-calcaneare del complesso deltoideo.
Tenue ispessimento cicatriziale delle strutture capsulo-legamentose antero-laterali con interessamento sia del peroneo-astragalico che del peroneo-calcaneare.
Modesti fenomeni di tenosinovite post-distrattiva del tendine dei tibiale posteriore alla puleggia malleolare.
Iniziali segni di condropatia tibio-astragalica ed astragalo-calcaneare.

[#3]  
è probabile che la condropatia sia ulteriormente evoluta in questi mesi: le consiglio pertanto la ripetizione dell'esame RMN
a risentirci