Utente 167XXX
Dopo un ciclo di 10 giorni di Tavanic, che nel corso dell'anno precedente avevo usato altre 3 volte, con cicli di 15 giorni l'uno senza effetti collaterali, mi sono ritrovato e mi ritrovo tutt'ora in una situazione molto complessa e disabilitante.

Dopo due giorni dalla fine del ciclo di 10 giorni, precisamente l'8 febbraio 2011, ho cominciato ad avvertire dolori ai tendini d'achille. Stupidamente, dopo aver interrotto la palestra nei giorni di antibiotico, ho fatto una leggera seduta. Il 9 febbraio peggiora la situazione ai tendini d'achille e comincio ad avvertire bruciori ai polsi.

Nei giorni successivi il bruciore ai polsi diventa fortissimo. Vado in pronto soccorso e li mi dicono che è un effetto collaterale noto, che ci vorraà un settimana per riprendersi, di stare a riposo. Sto a letto cercando di muovermi il minimo possibile e dopo circa due settimane i bruciori si attenuano, ma non spariscono mai del tutto. Ad un mese di distanza comincio ad avvertire bruciori alle dite di entrambe le mani, senso di tensione nella parte interna del gomito e dolore unito a bruciore nella spalla, soprattutto dopo movimenti in cui alzo il braccio per un tempo leggermente più lungo del solito.

Dopo un ciclo di laser ai polsi e magneto terapia ai gomiti, appena conclusi, mi ritrovo ancora con tutti questi bruciori combinati a dolori costanti in praticamente tutte le articolazioni di entrambe le braccia e dei tendini d'achille. Per il momento ho trattato solo polsi e gomiti, poiché è la più grave perchè al minimo sforzo il dolore e il bruciore aumentano moltissimo e ormai hanno coinvolto moltissimo anche le mani.

Mi sono già rivolto a tre Ortopedici/Fisiatri: stia tranquillo non è niente di grave, riesce a muovere tutto, recupererà da solo, facciamo un po' di laser così le passa un po' il dolore.

Il laser non ha sortito alcun effetto, temo che l'antibiotico abbia recato qualche danno generale a tutti i tendini del corpo, perché anche alcune semplici operazioni mi portano subito a un bruciore e leggero dolore generale.

Non so davvero cosa fare, anche perchè i medici che ho incontrato mi sembrano molto impreparati ad un effetto collaterale così duraturo. Evidentemente aver fatto più cicli ripetuti ha portato a qualche danno.

Cosa posso fare per capire cos'è successo? In che condizioni sono i tendini e come agire per recuperare da questa situazione?

Premetto che ho 25 anni, nonché sportivo che si dovuto bloccare completamente da palestra e calcetto. Il tavanic l'ho dovuto utilizzare per recidive di una infezione alle vie urinarie e ovviamente non lo userò mai più.

Vi prego ho bisogno di un consiglio valido, perché non venendone più fuori ho il morale sotto i piedi.

[#1]  
88469

Cancellato nel 2016
Le rispondo da Neurologo piu' che da Fisiatra.....la sintomatologia da lei descritta potrebbe essere imputabile ad una neuropatia su base tossica secondaria all'uso dell'antibiotico (anche se la quantita' assunta mi sembrfa un po' poca).Il consiglio quindi e' quello di rivolgersi ad uno Specialista Neurologo per valutare l'utilita' eventualmente ad eseguire uno studio neurofisiologico completo ai 4 arti (Polineuropatia secondaria).Per la sintomatologia riferita potrebbe assumere un farmaco specifico per il dolore neuropatico (Normast 600 mg.) ma Le consiglio di sottoporsi prima ad una accurata visita neurologica ed agli eventuali esami specifici che lo Specialista indichera' prima di assumere farmaci,Lei ha bisogno di un inquadramento diagnostico che non ha!
Saluti