Utente 345XXX
Buonasera,
vi contatto in quanto il mio problema da 1 anno circa è il continuo scrocchiare della colonna vertebrale in particolare della parte dorsale.
Questo problema è iniziato all'inizio saltuariamente poi man mano il far scrocchiare la schiena è diventato un vizio quasi continuo in quanto se non lo effettuo sistematicamente sento la schiena bloccata.
Vorrei chiedervi se esistono dei farmaci in grado risolvere tale problema?

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Problematica articolata. Giovane età. Ridotta possibilità di problematiche artrosiche al rachide. tuttavia ha mai effettuato acceramenti mirati? RX, TC o RM?
Quel che mi lascia perplesso è la sua affermazione "...far scrocchiare la schiena è diventato un vizio quasi continuo...".
Domanda: far scrocchiare la schiena continuamente è una necessità:
-fisica,
-fischica,
-o entrambe.
Questa procedura le riduce un eventuale stato d'animo ansioso ovvero all'astenersi dal farlo l'ansia cresce?

Ritengo tuttavia come sia corretto escludere preliminarmente cause di natura organica.
Pertanto indicata RX ed RM del rachide.

Se crde mi faccia sapere.
Cordialmente.






Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 345XXX

Buonasera Dottore,
per prima la ringrazio molto per la risposta.
In passato ho effettuato una RM DELLA COLONNA CERVICO-DORSO-LOMBARE a fine luglio 2013.
Il referto è stato il seguente:
Esame eseguito mediante scansione sui piani assiale e sagittale con sequenza TSE T1, STIR e TSE T2.
Ridotta la fisiologica lordosi cervicale.
Piccolo angioma vertebrale del corpo di D9.
Ernia intraspongiosa in corrispondenza del III medio della limitante somatica inferiore D10 e D11 e della limitante somatica superiore di D11.
Protrusione discale posteriore a C3-C4, C4-C5.
Ernia discale posteriore mediana paramediana sinistra a C5-C6.
Ernia discale posteriore mediana paramediana sinistra a D3-D4, D5-D6 nell' ambito di un disco globalmente protruso.
Ernia discale posteriore mediana paramediana destra a D4-D5 nell'ambito di un disco globalmente protruso.
Ernia discale posteriore mediana a D6-D7, con lieve impronta sul midollo spinale che mostra tuttavia regolare segnale.
Ernia discale posteriore paramediana destra a D7-D8 con segni di fissurazione del disco intersomatico.
Protrusione discale posteriore a L4-L5, L5-S1.
Regolare il segnale del midollo spinale.

Ho sempre avuto un umore molto ansioso ma non saprei collegarlo a questo comportamento.
Posso dire però che quando faccio uso di ansiolitici il problema si riduce di molto, ma le benzodiazepine non possono essere usate per un periodo lungo.

Lei pensa che può essere un problema da attribuire all'ansia? O ci possono essere altre cause?


[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Un componente di ansia correlata a disturbi cronici c'è sempre ma letto il referto RM valtuti di effettuare un consuto neurochirurgico.
Il quadro è quello di una mielo-radicolopatia.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it