Utente 245XXX
Salve,dopo circa 10 mesi che mi trascino dietro una fastidiosissime Epicondilite che non sono riuscito a guarire nonostante cicli di Tecar terapia,tutore elastico al gomito dx,impacchi con ghiaccio,antinfiammatori locali,ecc. ho voluto effettuare una RM la quale ha dato questo esito:"Assenza di evidenti alterazioni della intensità di segnale delle strutture scheletriche esaminate.Iniziali segni di condropatia della omero-radiale sul versante omerale posteriore.A tale livello si apprezzano inoltre fenomeni di sinovite reattica a carattere versamentale.Normale la morfologia ed il segnale delle componenti tendinee e muscolari della regione".Mi ha guardato anche un ortopedico,il quale mi ha deto di non sforzare il braccio prescrivendomi questa cura:Orudis fiale intram.,Omeprazolo 20 mg cpr e Areoxia 120 mg,il tutto x 10 gg. Siccome faccio un lavoro manuale in cui debbo usare le braccia(io sono destro)e praticamente non riesco a sollevare nemmeno un peso ridicolo,potreste darmi dei consigli utili,magari dove rivolgermi a Roma nello specifico x questi problemi o se esiste qualche metodo + efficace. Grazie e buon lavoro.

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Egr. paziente, il collega ortopedico che l'ha visitato clinicamente, inizialmente le ha fatto quella terapia e va bene.
Ma, se non si ha avuto alcun risultato clinico, dovrebbe completare il trattamento : fare un ciclo di infiltrazioni in corrispondenza dell'inserzione dell'epicondilo, ovvero in quel punto del gomito dove si inserisce l'espansione tendinea dei muscoli epicondiloidei.
Certamente un ciclo di ionoforesi, ultrasuoni e laser sarebbero indicati, sempre se la diagnosi dello specialista è esatta, ma le infiltrazioni, una la settimana, almeno due-tre, sono d'obbligo.
Eviti di sollevare carichi in questo periodo.
Queste sono le terapie che di norma guariscono ogni epicondilite ed ogni specialista ortopedico e/o fisiatra risolvono benissimo queste patologie.
Si rivolga al suo ortopedico di fiducia, sarà senz'altro risolvere questo caso clinico.
Cordialmente
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente 245XXX

Grazie mille,farò tesoro dei suoi consigli.Buon lavoro!