Utente 185XXX
Salve
Ho 31 anni e non pratico particolare attività sportiva a parte qualche camminata leggera in montagna. Sono pesoforma e non soffro di alcuna patologia.
Da circa 4 anni, dalle 2 alle 4 volte all'anno si presenta un dolore quasi debilitante al piede destro non attribuibile ad alcuno sforzo particolare o calzatura. Nello specifico il dolore è molto acuto sulla pianta del piede nella parte anteriore in corrispondenza dell'alluce (senza interessare l'alluce) per poi estendersi e mano a mano calare d'intensità spostandosi sulla parte interna poi superiore del piede fino a raggiungere quasi metà tibia. Fa molto male nella flessione del piede camminando provocando zoppia e di notte a riposo, nei giorni peggiori sento battere. Il dolore regredisce di solito dopo 10 - 15 giorni, qualche giorno meno con l'aiuto di pomate tipo voltaren. Di cosa potrebbe trattarsi? Potrebbe essere necessario approfondire o è semplicemente un infiammazione? È normale che si ripresenti tante volte? Mi sono rivolta l'anno scorso al medico di base il quale non ha dato peso consigliamdomi di curarla appunto con le pomate.
La ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Antimo Moretti

24% attività
8% attualità
8% socialità
RECALE (CE)
TEANO (CE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

da quanto descrive sembra possa trattarsi di una tendinite/fascite, quindi di un fenomeno infiammatorio come ha ben pensato. In realtà, questi disturbi possono dipendere spesso da dismorfismi di piede (piede cavo, piatto e così via), dall'uso di determinati tipi di calzatura (anche in rapporto ai suddetti dismorfismi) e magari inadeguate al tipo di attività da svolgere, da alcune attività su terreni impervi ecc. Le consiglio, pertanto, di rivolgersi a un fisiatra per l'inquadramento appropriato della sua condizione clinica.

Cordiali saluti
Dr. Antimo Moretti
Specialista in Medicina Fisica e Riabilitativa