Utente 465XXX
Salve,
da qualche giorno lamento un dolore al gomito destro, nella parte esterna del braccio che si diparte verso la mano e coinvolge i muscoli direttamente prossimi al gomito stesso.
Il dolore si accentua dopo aver sollevato qualche carico, esempio una sulla bottiglia d'acqua dalla tavola, specialmente quando chiudo la mano per afferrare.
Dai sintomi, ricercando, ho trovato parecchie analogie con l'epicondilite, probabilmente sorta in seguito ad un sollevamento importante fatto senza alcun riscaldamento (nello specifico, due cassette d'acqua da 6 bottiglie in una sola mano).
La terapia con antidolorifico, a base di ketoprofene (una bustina al giorno), ha alleviato il dolore che, però, si ripresenta appena metto sotto sforzo il braccio.
Ho acquistato un apparecchio per la terapia TENS ad un canale, ad intensità regolabile, con fascia indossabile specificamente per gomiti e ginocchia, al fine provare un'alternativa per lenire il dolore.
Leggendo le istruzioni, tra le controindicazioni, ho letto che si sconsiglia l'uso ai portatori di protesi metalliche.
Io, purtroppo, in seguito ad un'artrodesi della sottoastragalica al piede sinistro, porto una placca e delle viti in titanio.
Prima di iniziare, quindi, l'utilizzo dell'apparecchio elettrostimolatore TENS, non avendo trovato specifici pareri pro o contro l'utilizzo stesso e non rispondendo ad ulteriori controindicazioni, cercando di comprendere le eventuali conseguenze che possono scaturire, chiedo, gentilmente, lumi.
Nel ringraziarvi anticipatamente, rimango in attesa.
Cordialmente.

[#1]  
Dr. Antimo Moretti

24% attività
16% attualità
8% socialità
RECALE (CE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

può applicare senza problemi la TENS al gomito trattandosi di una regione anatomica distante da quella in cui è stato trattato chirurgicamente con placca e viti.
Le consiglio inoltre di applicare ghiaccio, per 20 minuti per 3-5 volte al giorno e di indossare un tutore di gomito per l'epicondilite per aiutarla a svolgere con minor fastidio le attività della vita quotidiana riducendo il carico sulle strutture interessate dall'infiammazione.

Cordiali saluti
Dr. Antimo Moretti
Specialista in Medicina Fisica e Riabilitativa