Utente 926XXX
Egregi Dottori,
A distanza di 45 giorni da una trauma che mi ha procurato una frattura vertebrale (deformazione a cuneo laterale dx del corpo di D10 con depressione della corticale superiore in sede centrale e paramediana dx), per la quale indosso da circa 2 settimane il busto ortopedico a tre punte, il mio ortopedico ritiene che, se me la sentissi, pur con il busto, potrei tranquillamente riprendere il mio lavoro da insegnante e le mie normali pratiche quotidiane, guida compresa (per raggiungere il lavoro percorro per circa 40 minuti una strada di montagna), senza pericolo alcuno. Premesso che per quasi un mese, finchè la RM non ha rilevato la frattura, non ho osservato alcun riposo e che il dolore mi aggredisce solamente di notte, ritenete che il medico abbia ragione? Le sollecitazioni, specie quelle derivanti dall'auto, non potrebbero compromettere la guarigione della frattura? So che essa necessita di 3 mesi per guarire, ma in linea generale, dopo quanto tempo si può ritenere la frattura stabile?
Ringrazio anticipatamente per la Vs. cortese disponibilità.

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signora la frattura della vertebra, come tutte le lesioni scheletriche, deve essere valutata radiograficamente, per cui solo l'esame radiologico può essere preciso sullo stato di consolidazione della frattura e quindi sul tipo di riabilitazione funzionale e sulle modalità di condotta da seguire anche usando il busto ortopedico a tre punte.Il collega ortopedico che l'ha curata e le sta seguendo , avendo potuto valutare sia il quadro della situazione clinica che quello radiografico, dirà senz'altro bene ed in effetti quanto sostiene è possibile certamente.
Riguardi i tempi di guarigione e dell'uso del busto ortopedico, in genere sino ai sei mesi va protetta la colonna vertebrale e dopo tale data la frattura, sempre in linea di massima e genericamente parlando,dovrebbe consolidare e permettere una completa riabilitazione, che inizia ovviamente prima, anche se cautamente ed in maniera oculata.
Cordialmente
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -