Utente 324XXX
Salve,

E' da quasi 1 anno che avverto quasi tutti i giorni questo fastidio retrosternale nella maggior parte dei casi si presenta nelle ore mattutine a seguito del mio risveglio. Ecco una breve riassunto del problema :
- è una fitta che si accentua con spostamenti o movimenti bruschi
- non è un fastidio continuo si presenta senza alcun motivo o causa.
- localizzata nella zona retrosternale, non avverto altri fastidi/dolori in altre zone.
- al tatto non vi sono sintomi di dolore/fastidio, è qualcosa di più profondo.

Personalmente svolgo attività fisica regolare, 3 volte a settimana, nello specifico palestra, tengo a precisare che durate e dopo l'attività fisica non avverto nessun tipo di dolore nella zona indicata. Ho effettuato anche un periodo di stop di 3 mesi dalla palestra, ma non ho ottenuto risultati.

Ho effettuato :
- radiografia, tutto regolare
- ecografia, tutto regolare
- elettrocardiogramma da sforzo, tutto regolare

In passato (3 anni fa) soffrivo di reflusso gastroesofageo, ma dopo sono guarito. Negli ultimi mesi il reflusso si è presentato nuovamente, ma con un entità bassa, adesso è sparito in quanto sto effettuando una cura.

Per cercare di diagnosticare il problema retrosternale, ho effettuato una vista da un Dottore gastroenterologo, si ipotizza che possa essere un fastidio dovuto all'infiammazione dell'esofago, al momento sto effettuando una cura come segue:
- prima di colazione lucen 40mg
- dopo pranzo bioreflux
- prima di cena lucen 40mg - dopo cena bioreflux
- prima di dormire deca deflux

A distanza di 1 mese e mezzo dalla cura, a parte il reflusso, non ci sono stati miglioramenti per il fastidio retrosternale.

Chiedo un gentile consulto anche a voi, purtroppo è 1 anno che batto la testa e per quanto non sia un dolore atroce sta diventando comunque una preoccupazione.

Grazie mille!

[#1]  
Dr. Alberto Grasso

28% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Gentile Utente ,
il quesito che Lei pone non e' di facile interpretazione avendo fatto gia' , per'altro , tutta la diagnostica che ha descritto.
Dal punto di vista fisiatrico potei avanzare un ipotesi di contrattura di muscoli lisci esofagei secondaria al riflusso gastro-esofageo di cui soffre da tempo.
Se questa fosse una possibile diagnosi ....a distanza..... resterebbe da provare un ciclo di terapia posturologica nel tentativo di rilasciare indirettamente i muscoli dell'apparato gastro-esofageo in sofferenza.
Saluti
Prof.Alberto Grasso

[#2] dopo  
Utente 324XXX

Salve Dottore!

La ringrazio per la sua risposta!
A distanza di tutto questo tempo il dolore sembrerebbe si sia sostato verso la parte bassa dello sterno (esempio bocca dello stomaco) e si estende a sinistra al di sotto dell’ultima costola, provocando una sensazione di dolore.
Il dolore si manifesta la mattina dopo essermi coricato, sopratutto se dormo di lato.
Non so cosa pensare sinceramente, allo stesso tempo non so a chi affidarmi.