Utente
Salve dottori, vi spiego in breve la mia situazione.
Sono un musicista di professione, suono la batteria ma non ho mai avuto problemi per questo, in realtà iniziando a suonare anche il piano iniziai a riscontrare fastidi alle braccia.
La diagnosi del primo fisiatra fu' epicondilite bilaterale, dopo aver fatto le cure prescritte (antinfiammatori, ghiaccio, fisioterapia, riposo) ho ripreso a suonare la batteria (il pianoforte non l'ho più suonato) e nonostante la situazione fosse migliorata, continuo ad avere (anche se non sempre) dei fastidi alle braccia che vanno e vengono e ultimamente nel braccio sx avverto anche formicolio/scosse che si irradiano nella mano sx.
Ho visto 2 specialisti, fatto diverse terapie e nonostante non abbia mai provato forti dolori per l'epicondillite questa cosa non passa definitivamente e non capisco il motivo, mi sono venuti dei dubbi anche in merito alla diagnosi di epicondilite.
Spero possiate darmi qualche consiglio, grazie.

[#1]  
Dr. Francesco Chiaravalloti

24% attività
16% attualità
8% socialità
BASTIA UMBRA (PG)
ASSISI (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Buongiorno, senza visitarla è estremamente difficile capire la causa dei suoi dolori.
Il formicolio è spesso un sintomo di una compressione di un ramo nervoso periferico che, nel suo caso può essere compresso da una situazione di infiammazione dei tendini flessori di polso e dita all'inserzione prossimale al gomito- epicondilite mediale o gomito del golfista e, di solito, il dolore si irradia prevalentemente alle ultime 2 dita della mano interessata per compressione del nervo ulnare al gomito.
Il consiglio è, nell'incertezza diagnostica, di effettuare prima una ecografia muscolo-tendinea del gomito e sottoporsi nuovamente a visita fisiatrica con l'esame in modo da escludere o confermare la prima diagnosi.
Ci faccia sapere
Auguri
Dr. Francesco Chiaravalloti

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta dottore! In realtà il formicolio è solo alla mano sinistra in modo omogeneo senza alcuna accentuazione nelle ultime 2 dita. Feci un po' di tempo fa' un'ecografia alle braccia, dalla quale risultò un'infiammazione dei tendini ma senza la presenza di calcificazioni o cose varie. L'ultima visita dal fisiatra l'ho fatta recentemente, circa 2 mesi fa' e dopo aver illustrato la mia situazione al dottore, mi ha fatto qualche "test" fisico (pressione sul punto infiammato) per valutare la mia condizione e cosa in un certo senso strana, è che non ho provato dolore durante questi test, tant'è che il dottore mi disse che la fase acuta era passata ma che sarebbe potuta ripresentarsi in futuro. Nonostante la pazienza e la buona volontà, ammetto di essere un po' scoraggiato per questa situazione che mi accompagna già da tempo.

[#3]  
Dr. Francesco Chiaravalloti

24% attività
16% attualità
8% socialità
BASTIA UMBRA (PG)
ASSISI (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Buongiorno, non tutte le tendinopatie sono calcifiche quindi, comunque, l'ecografia ha confermato l'infiammazione dei tendini estensori e flessori di polso e dita all'inserzione prossimale.
Per capire meglio l'origine del formicolio, se assume le caratteristiche di un sintomo costante e limitante, può effettuare una EMG in modo da capire se la compressione avviene al gomito o se di origine cervicale (ED cervicali) o una sindrome da compressione del nervo mediano al polso (Sindrome del Tunnel Carpale).
Ci faccia sapere
Dr. Francesco Chiaravalloti