Utente 100XXX
buongiorno, sono una signora di 52 anni, da anni soffro di problemi di cervicale, trattati con massaggi, ginnastica laser. Ultimamente però il problema si è aggravato perchè se fino a 1 anno fa il problema mi capitava 3 -4 volte l'anno con mal di testa male al collo spalle e mi durava al massimo per in paio di giorni, ora si è aggiunto vertigini e nausea e il problema in forma più o meno forte mi capita molto spesso con una durata dei sintomi anche di una decina di giorni. Mi curo con torrecan, plasil naprosin, muscoril.
Di controllo ho fatto solo i raggi, ma mi chiedo, una risonanza può essere utile per avere un quadro più preciso della situazione, e quindi vedere esattamente quali strade seguire per se non guarire attennuare il problema?
La ringrazio e saluto.

[#1]  
Dr. Antonio Rufo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
AMASENO (FR)
TERRACINA (LT)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2003
Gentile utente Sicuramente con la RMN possiamo avere un quadro clinico più approfondito. Quindi le consiglio di parlarne con il suo medico di famiglia per effettuare l'esame ed eventualmente sempre a discezione del suo medico di famiglia potrà farle effettuare una visita specialista appropriata al suo problema.

Distinti Saluti
Dott. Antonio Rufo

[#2] dopo  
Utente 100XXX

grazie mille per la sua risposta.
ho chiesto al mio medico di base per la risonanza, ma secondo lui fare la risonanza non ha senso perchè il mio a suo avviso non è un problema neurologico, e la risonanza serve solo per mettere in evidenza quel tipo di problema.secondo lei è vera questa affermazione?
se possibile aspetto una sua risposta, intanto la ringrazio e saluto.

[#3]  
Dr. Carlo De Michele

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Iol mio parere è che la diagnosi deve farla il medico attraversouna accurata visita, gli esami poi devono essere prescritti a ragion vaeduta per validare o smentire uan ipotesi diagnostica. Oltre quanto certamente avrà già fatto le consiglio di consultare un medico esperto imn posturologia che sia anche on grado di valutare la sue condizioni adontoiatriche, poichè talvolta quadri simili a quanto da lei descritto possono essere sostenuti da alterazioni posturali sostenute da cattivi condizioni dentali.
Cordilai slauti
dr. Carlo de Michele
Medico Internista
Spec in Medicina dello Sport
Medicina Manuale Osteopatica

[#4]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signora, lei dice <<<< da anni soffro di problemi di cervicale, trattati con massaggi, ginnastica laser. Ultimamente però il problema si è aggravato perchè se fino a 1 anno fa il problema mi capitava 3-4 volte l'anno con mal di testa male al collo spalle e mi durava al massimo per in paio di giorni, ora si è aggiunto vertigini>>. Ebbene lei genericamente e vagamente parla di cervicale, mentre il discorso va approfondito e valutato accuratamente con un consulto specialistico ortopedico, come giustamente le suggeriva il collega Rufo, facendo oltre all'esame clinico quanto stabilirà lo specialista circa gli accertamenti diagnostici da eseguire, come una rmn.
Quindi dopo, quasi certamente avrà bisogno del fisiatra per eseguire delle cure di fisiochinesiterapia con delle cure di medicina manuale affidandosi allo specialista esperto in tale settore, non certo al posturologo o all'odontoiatra, in quanto l'assetto dell'apparato odontostomatologico non ha alcuna interferenza di certo in una patologia artrosica o in una discopatia cervicale con protrusioni discali, patologie sens'altro riscontrabili nel quasi totalità dei casi clinici e verosimilmente anche nel suo, sopratutto in una paziente di 52 anni. Se vi è una patologia scheletrica o discale già instaurata anatomo-patologicamente, cioè già nelle strutture anatomiche, non vi è alcun motivo pe r pensare ad alterazioni posturali o similari .
Quindi è il fisiatra, che è specialista dell'apparato locomotore, della fisiologia articolare, delle alterazioni degli atteggiamenti posturali, della statica e della dinamica del rachide e degli arti superiori e inferiori a fare un protocollo completo terapeutico.
Cordialmente


Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#5]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile signora,
come giustamente le ha già indicato e consigliato il collega Prof. Caruso, dalla descrizione della sua sintomatologia, prima di effettuare ulteriori accertamenti, una visita approfondita e valutazione della sua sintomatologia da un medico Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione sicuramente potrebbe giovarle.

Da tale Specialista potrebbe avere le indicazioni più appropriate sia per un ipotesi diagnostica più precisa sia per effettuare un piano terapeutico personalizzato (terapie manuali, terapie fisiche, rivedere le terapie farmacologiche etc), e la conseguente verifica delle terapie proposte ed effettuate.

Provi a consigliarsi con il suo medico di famiglia per individuare tale Specialista nella sua zona, anche con il SSN.

Cordialità.
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)