Utente 113XXX
salve dottori, um mese e dieci giorni fa ho avuto una distorsione al ginocchio,la risonanza non ha mostrato ne lesioni legamentose ne meniscali, solo un piccolo frammento osteoscartilagineo intrarticolare e una leggera contusione ossea al condilo femorale esterno e versamento sinoviale, inizialmente il ginocchio era molto gonfio, ho portato il tutore ed utilizzavo le stampelle, dopo circa un mese ho iniziato a mettere carico e fare esercizi per irrobustire la muscolatura per la coscia (contrazioni isometriche e anche se con un po di fatica cyclette) il mio ortopedico mi aveva consigliato di non eseguire l'artrocentesi, ma ancora oggi mi ritrovo con il liqudo che non si vuole riassorbire e che è visibile quando sono in piedi perche si accumula sotto la rotula e scompare se ho la gamba distesa o rialzata, non riesco ad estendere completamente la gamba perche avverto un dolore, cosi come avverto un forte senso di tensione e poi dolore se piego il ginocchio oltre i 90 gradi, mi chiedevo visto che è passato cosi tanto tempo dovrei farmi aspirare questo liqudo? e se si fosse addensato? cosa mi consigliate? grazie

[#1]  
Dr. Mirko Parabita

28% attività
0% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
GINOSA (TA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Egregio signore,
in questo caso trova indicazione sia la terapia faramacolgica con FANS, sia con un un antiedemigeno. Inutile consigliarle un prodotto piuttosto che un altro, il collega Ortopedico (Lei scrive "...che mi aveva consigliato di non eseguire l'artrocentesi...." ne deduco che non l'ha più rivista dopo la prima visita) che la stava seguendo saprà indicarle il farmaco opportuno ed eventualmente sottoporla ad artrocentesi; sarebbe comunque utile eseguire un'ecografia di controllo per "quantificare" l'entità del versamento. A seguire indicato ciclo di fisiochinesiterapia previo visita Fisiatrica

Cordiali saluti
Dr. Mirko Parabita