Utente
Buongiorno, volevo chiedere un informazione
ringrazio anticipatamente per la risposta...
Volevo effettuare le analisi per l'epatite C
non HCV antibody, ma HCV RNA...volevo capire
che tipo di test sia, se si svolge sempre tramite un semplice
prelievo del sangue(?), i costi circa (?), e che risultati
dovrebbero uscire per scongiurare la contrazione del virus(?)
avevo letto qualcosa su internet ma c'è un po di confusione
perchè si dice che non devono uscire risultati del tipo
<1000 o <150 ecc ecc...
vi prego di rispondere, ci terrei tanto
grazie

[#1]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buonasera, di certo può trovare risposta più completa nella sezione diMedicina di Laboratorio. Comunque generalmente il test routinario per l'HCV è quello relativo alla ricerca degli anticorpi (Ab) con metodo EIA o ELISA in grado di evidenziare la sieroconversione verso antigeni virali. Se il test risulta positivo allora si conferma con un "second level" che è quello "RIBA" sempre tendente alla valutazione degli anticorpi prodotti.

L'HCV-RNA invece è un test di laboratorio quali-quantitativo che rileva la presenza di RNA (particella genomica) virale nel sangue,il grado di replicazione e quindi la fase di attività o meno dell'infezione. Risulta utile soprattutto per valutare la risposta alla terapia effettuata per l'infezione più che sapere se si è soggetti all'infezione o meno. E' sempre effettuabile con prelievo di sangue. Non ha motivo quindi di fare direttamente questo test, che ritengo presumibilmente più costoso anche se non so quanto, solo per verificare una eventuale sieroconversione col visrus C dell'epatite.
Cordiali saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#2] dopo  
Utente
Intanto la ringrazio per la risposta dottore.
Ma volevo ribattere dicendo, che intanto se uno vuole sapere se ha contratto il virus come deve fare mi sembra l'unico modo se non sbaglio, perchè l'esame degli anticorpi è attendibile ma solo se gli anticorpi hanno reagito al virus se non sbaglio, può essere pure che il virus è entrato a contatto ma gli anticorpi non hanno avuto reazione...o sbaglio?

[#3]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Chiarisco: Non è che gli anticorpi "reagiscono" al virus. Gli anticorpi si producono specificamente "CONTRO" quel virus perchè un'antigene virale è entrato nell'organismo ed ha stimolato il sistema immunitario a produrre gli anticorpi relativi specifici. Se tali anticorpi ci sono vuol dire che sono li solo per quel virus.
E infatti il test di screening fondamentale (cioè quello che valuta se un individuo è venuto in contatto col virus) che si fa in prima battuta è quello che valuta la titolazione degli anticorpi anti-HCV.
saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#4] dopo  
Utente
ho capito, quindi HCV-RNA è un test avanzato, ma appunto molto sicuro giusto?
anche perchè io l'anti-HCV l'ho fatto insieme alle classiche analisi del sangue, quest'altro test (HCV-RNA)
è una cosa che ho voluto fare apparte...
grazie

[#5]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
E come è risultato l'anti -HCV? e il successivo?
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#6] dopo  
Utente
l'Anti-HCV tutti e 2 le voci, negative, il successivo
cioè HVC-RNA non lo so ancora, perchè sto aspettando i risultati, dato che ci vuole un pò più di tempo mi hanno detto...

[#7]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Bene, allora sappiamo che anche il terzo è negativo....
Qual'è stata la situazione a rischio per cui sono scattati tutti questi controlli?
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#8] dopo  
Utente
eee le copio quello che ho scritto tempo fa a riguardo in un altra domanda...


-salve, mi chiamo francesco ed ho 22 anni.
Volevo avere qualche consiglio, parere, consulto, sicuramente non diagnosi :)
di un qualcosa che mi accade da un po di giorni.
Ho accusato il primo strano avvenimento, 10 giorni fa dopo che cercai d fare una corsetta sul posto per riscaldamento e quasi da subito avvertii un dolore fitto all'altezza della milza, pensando fosse normale continuai con un leggero allenamento flessioni, addominali per mezzoretta...
i giorni successivi, forti dolori alla muscolatura superiore, (pettorali, braccia e addome soprattutto) ma pensai fosse normale, visto che non mi allenavo da un po.
Purtroppo però sempre negli stessi giorni e nei seguenti iniziai ad avere diversi sintomi: dapprima
una notevole astenia, che mi portava a dormire nei primi giorni molte ore anche durante il giorno, ed al risveglio colorito pallido, e palpebre gonfie sicuramente più del dovuto; dopodichè nel provare a fare sforzi quotidiani leggeri giramenti di testa, senso di affaticamento e accellerazione dei battiti cardiaci quasi percepiti. Sempre negli stessi giorni bocca amara praticamente quasi sempre, inappetenza (ed in me è molto strano), e difficoltà a digerire un normale pasto, soprattutto nelle ore notturne.
In questi ultimi giorni, l'unico sintomo diminuito è l'astenia...
Sono stato anche dal medico di famiglia oggi, e lui fin'ora pensa siano
(se ho capito bene) piccoli reflussi esogagei notturni, che giustificano i miei sintomi.
Ora aspettiamo anche le analisi prescritte, emocromo, tiroide, esami virali ecc.
Intanto però, volevo sentire un vostro parere.
Io personalmente, anche se conta poco, avevo pensato ad un periodo di incubazione da mononucleosi, magari contratta da poco, e quindi priva di febbre ancora, solo che ho fatto il monospot ed è negativo, e non so perchè non riesco a toglierlo del tutto dalla testa, perchè a questo punto mi chiedo, con quale patologia si potrebbero associare tutti insieme i sintomi sopra descritti???
Vi ringrazio anticipatamente
cordiali saluti

[#9]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
No, scusi ma la situazione a rischio dov'è?
1)Ha mai fatto trasfusioni?
2)Si è mai punto accidentalmente con aghi infetti?
3)E' tossicodipendente?
4)E' dializzato?
5)Ha fatto tatuaggi o piercing in strutture non idonee e non certificate?
Sono queste alcune delle situazioni a rischio per contrarre l'epatite C. Ha delle transaminasi perfette!
Ha fatto pure l'HIV che è negativo...
Ha solo gli anticorpi per HBV positivi e pure con un buon titolo (avendo lei fatto la vaccinazione obbligatoria per l'epatite B).

Con questo "copia e incolla" Lei dimostra però di tenere aperti due consulti contemporaneamente in realtà per lo stesso problema.
Saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#10] dopo  
Utente
pensavo si potessero fare 2 consulti, non sapevo...
In realtà questo più che un consulto era una semplice domanda.
Comunque per rispondere alla sua considerazione, che sicuramente mi rende più sicuro, la risposta è no a tutte e 5 le sue domande, ma ho avuto dei rapporti con la stessa persona spero non a rischio, durante il periodo di mestruazioni della stessa quindi con contatto diretto di sangue, ma qui c'è qualcos'altro dietro che è riduttivo spiegare qui, ma che spero non sia preoccupante, a questo punto. La ringrazio per le sue risposte, se devo chiudere il consulto mi dica lei...

[#11]  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Lo dicevo perchè lei mi ha praticamente linkato il medesimo quesito posto sempre in Medicina generale a proposito di esami fatti (certo avrei dovuto avere il tempo di leggerlo prima, è colpa mia) al quale era stato già risposto.
Comunque... sono i limiti del web, non si preoccupi.
Veniamo ai fatti che contano. In linea teorica sapendo di avere contatti con un portatore di virus C dovrebbero essere evitati i rapporti almeno durante il ciclo. Nella realtà,come altre volte affermato, se non vi è promiscuità e il partner è stabile, il rischio si è visto essere praticamnte nullo. Questo dovrebbe tranquillizzarla.
Così coma aver conosciuto le situazioni di rischio sopra esposte nelle quali non si è ritrovato.
Se poi vi sono altre considerazioni o dubbi che non si sente di affrontare neanche in anonimato purtroppo quelli rimarranno tali.
Lei può continuare a postare tutti i quesiti che desidera. Io penso che per questo sia stato fugato ogni dubbio e spero almeno in parte di averli risolti.
A presto
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#12] dopo  
Utente
Non ci sono altre considerazioni principali o comunque centrali che non voglio trattare, le più importanti e probabilmente responsabili le ho scritte su, anche se comunque in sintesi.
Non capisco cosa intende per "partner stabile",
comunque non c'è stata promisquita è stata una cosa che è accaduta diciamo 2 o 3 volte.
Comunque la ringrazio dottore per i suoi chiarimenti e le sue spiegazioni, ora aspetto il risultato delle analisi naturalmente, e sono comunque fiducioso.
Saluti
Francesco