Utente
Premetto che ho postato il messaggio in altre sezioni perchè non ho idea di dove potrebbe andare bene..ne chiedo scusa! Lo posto anche in questa sezione perchè non riesco a distinguere se il dolore sia "esterno" o "interno" e spesso per calmarlo mi "schiaccio" il seno destro. (comunque ho provato a palparmi e non ho trovato niente di strano nel mio seno).
Mi spiego meglio.
Da circa tre settimane ho persistenti dolori al petto, sulla zona destra.Inizialmente era più o meno sul lato esterno del seno, ma con il passare dei giorni l'ho sentito anche sulla zona superiore del seno.
Visto la continuità della cosa mi sono recata da un medico il quale mi ha prescritto il Brufen che, in qualità di antinfiammatorio avrebbe dovuto risolvere il supposto dolore intercostale. Ci tengo a specificare che, alla domanda del medico se il dolore fosse esterno o interno io non ho saputo rispondere.
Credevo fosse solo un dolore intercostale invece col passar dei giorni il dolore non fa che aumentare (ormai sono 8 giorni che prendo il Brufen), mentre all'inzio per buona parte della giornata non lo sentivo, ora lo sento praticamente sempre, sento come delle scariche, infatti il dolore non è continuo ma a "pulsioni" e certe volte è forte da dovermi sedere.
Stranamente non fatico a respirare profondamente, anzi, è proprio quando espiro che mi fa male di più.
Non vorrei recarmi al pronto soccorso per una sciocchezza però il fatto è davvero strano, è come se mi fossi rotta una costola.. però è assolutamente impossibile questo.. lunedì tornerò dal medico per proporgli di farmi fare un torace. Sicuramente (spero) non sarà nulla di grave, ma vista la persistenza del sintomo e la durata (tre settimane quasi un mese) e l'intensità crescente, direi che in questo momento non posso fare altro che preoccuparmi!!
Vorrei sapere se mi devo preoccupare e quanto!! Ah, devo aggiungere che -purtroppo- ho smesso di fumare da circa un mese (in concomitanza con la comparsa del dolore) e, nonostante io abbia solo 22 anni, ho fumato per ben sei anni.
Ringrazio anticipatamente, cordiali saluti, Maria

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non credo che ci sia nulla di preoccupante , ma è proprio con la visita (e non chiedendolo al paziente) che si può stabilire se si tratta di un dolore "esterno o interno".

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-i-dolori-al-seno-mastalgia-mastodinia.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20competenza%20ortopedica.htm

pertanto la visita è indispensabile
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com