Utente
Da diverso tempo sono affetto da colite ulcerosa finora rimasta in stato di sostanziale remissione. Nonostante ciò e nonostante abbia in questi anni addirittura guadagnato qualche chilo, sono andato progressivamente incontro ad una "diminuzione" della massa muscolare ed il grosso del peso è andato in massa grassa.

Questo, unito ad una perdita di peso recente (da 60/61 a 58kg), mi sta causando una sorta di debilitazione che mi rende difficili anche alcuni gesti quotidiani e (ma è una mia impressione), mi causa affanno nel fare anche sforzi lievi.
Ciò che vorrei sarebbe intraprendere un percorso di riabilitazione fisica (muscolare, di resistenza, ecc.), ma non so a quale specialista potermi affidare. Potreste darmi qualche consiglio?

Saluti,

PS Per ora ho iniziato con 45 minuti di passeggiata non troppo veloce al giorno, ma non so se sbaglio o meno..

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se la malattia è in remissione
e sono escluse cause gastroenterologiche circa il suo dimagrimento,

le consiglio una valutazione prima cardio/pneumologica e poi fisiatrica.


Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta,
Non so se può servire, ma a dicembre ho fatto una visita cardiologica per disturbi legati alle extrasistoli, mentre la scorsa primavera avevo fatto un holter 24h ed un ecocardiogramma doppler, i cui risultati sono stati 6 battiti isolati sopraventricolari e 3 isolati ventricolari (per l'holter, il cui referto riportava il resto nella norma), mentre l'ecocardiocramma ha rilevato un lieve prolasso della mitralica. La cardiologa mi ha solo consigliato di ripetere l'holter più avanti senza urgenza.
Anche i valori delle analisi che il gastroenterologo mi ha fatto fare per fine dicembre sono abbondantemente nei limiti.

E' questo che mi lascia perplesso.

Saluti,

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se il gastroenterologo le ha escluso problemi di sua pertinenza specialistica non comprendo perchè non debba fidarsi.

Valuti quindi con il suo medico di famiglia, che ben la conosce,
l'opportunità,
semprechè non vi siano problemi di carattere ansiogeno,
di una valutazione fisatrica.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it