Urine, dolore testa e feci strane

Salve, sono una ragazza di 27 anni.
Da qualche tempo avverto un aumentato bisogno di urinare, nonostante io beva davvero poco. Soprattutto capita che mi svegli di notte anche più di una volta per andare in bagno. E la quantità di urina è abbondante, cioè come se ogni volta avessi bevuto dell'acqua. Prima di questo periodo urinavo al massimo 2-3 volte al giorno (compresa la notte), ora molto di più. Aggiungo che è da circa 4 mesi che ho delle feci piuttosto molli ogni mattina (non prorpio diarrea) e senza dolore di pancia: in media in una settimana 5 giorni è così, gli altri 2 giorni le feci sono normali.
Per finire, anche se magari questi diturbi non sono affatto collegati, è da mesi che avverto una fitta piuttosto dolorosa(come una scossa) alla testa, internamente, ogni volta che ad esempio per sbaglio nel salutare una persona urto un po' più forte la mie guancie contro le sue, oppure quando salto a piedi nudi e urto il terreno.
Grazie
[#1]
Dr.ssa Maria Morena Morelli Chirurgo generale 719 12
Gentile Utente,
la Sua anamnesi dovrebbe essere approfondita;
Ad esempio, per escludere una eventuale cistite alla base del Suo ".. aumentato bisogno di urinare.." si dovrebbero considerare una serie di altri 'segni/sintomi' (la sintomatologia urinaria da Lei riportata si associa a 'bruciore' durante la minzione ?, il colore e l'odore delle urine è più 'carico' ?...etc..), e le alterazioni dell'alvo potrebbero associarsi a variazioni alimentari o ad eventuali situazioni di stress che potrebbero indurre un accelerato transito del materiale intestinale.
Inoltre, in considerazione anche del fatto che come da Lei riportato: "..bevo davvero poco..", il 'fastidio' alla testa potrebbe ricollegarsi ad uno stato di disidratazione.
In effetti è come un circolo vizioso, eventuali flogosi dell'apparato urinario inducono ad urinare molto, si associa un eventuale alvo diarroico, Lei continua a bere poco e l'organismo si disidrata manifestando il 'malessere' con la "..fitta piuttosto dolorosa (come una scossa) alla testa.." !!.
Comunque, consideri che le mie sono soltanto delle IPOTESI;
Pertanto, le consiglio di approfondire il tutto con il Suo medico curante

Dott.ssa M.M.Morelli

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la disponibilità.
Dunque, riguardo all'urina, non avverto nessun tipo di fastidio o bruciore durante la minzione e non ho riscontrato partcolari o bruschi cambiamenti di colore... forse è solo leggermente più chiara, ma non sempre.
Il mio medico curante purtroppo è un tipo troppo frettoloso e superficiale (devo decidermi a cambiarlo)... si figuri che quando l'ho contattato per sapere a che ora lo avrei troavato in ambulatorio il giorno seguente, mi ha chiesto che problema avevo e, appena gli ho accennato all'urina più abbondante, mi ha detto di prendermi il MONURIL e di passare un momento solo per ritirare la ricetta....


[#3]
Dr.ssa Maria Morena Morelli Chirurgo generale 719 12
Gentile Utente,
mi dispiace ma le consulenze per via telematica, visto il mezzo - computer -, nell'impossibilità di visitare il paziente non permettono di fare diagnosi.
La mia era soltanto una IPOTESI diagnostica e non si possono escludere altre possibilità (es.come sono i valori ematici del glucosio ?)
Ritengo debba farsi visitare prima di assumere terapia, pertanto, chieda delucidazioni al Suo medico curante.

Dott.ssa M.M.Morelli
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille...
capisco totalmente la sua posizione, giustissima.
Lo contatterò per l'ultima volta e se dovesse ostinarsi a non visitarmi, cambierò il mio curante!!!
Saluti

[#5]
Attivo dal 2006 al 2010
Allergologo, Biochimico clinico, Medico di laboratorio
Bisogna distinguere (non e' facile, occorre farci caso) se urina semplicemente piu' spesso o se urina anche piu' tanto come volumi di liquidi emessi.

Nel primo caso si considerano situazioni irritative (vescica infiammata) di natura infettiva o neurogena. Queste forme di notte tendenzialmente si attenuano.

Nel secondo caso ci deve necessariamente essere un concomitante aumento di liquidi ingeriti (non solo acqua ma anche per esempio angurie, frutta fresca, gelati o altri alimenti sciolti). Il sovraccarico di liquidi provoca uno smaltimento maggiore, che procede anche e soprattutto di notte quando il corpo e' orizzontale e avviene uan ridistribuzione dei liquidi interstiziali (infatti e' anche un segno dell'insufficienza cardiaca iniziale). L'aumento di liquidi nei cibi, almeno per i suoi standard, spiegherebbe anche la diminuita consistenza delle evacuazioni.

Non e' possibile una aumentata emissione di liquidi con feci e urine, senza che a cio' corrisponda una adeguata immissione con la dieta, di cui lei puo' avere o meno percezione. Se uno non immette e perde, si disidarata rapidamente - prima gli viene usa gran sete poi cambia anche l'aspetto fisico.


[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve.
Il mio medico mi ha dato una semplice cura a base di fermenti lattici e mi ha consigliato attenzione nell'alimentazione.
Il disturbo, soprattutto quello delle feci molli, continua. Anche lo stimolo ad urinare sebbene si sia un po' attenuato, non è ancora del tutto normale.
Ora a complicare le cose si è aggiunto un forte prurito alla vagina con presenza di un leggero muco biancastro. In più la ghiandola inguinale sinistra si è ingrossata. A questo punto inizio a pensare ad una infenzione che dall'intestino si è trasmessa ai genitali.
Poichè sia il mio medico di base che la mia ginecologa sono in ferie, c'è qualcosa che possa perlomeno calmare questo fortissimo prurito, in attesa di una visita più approfondita che farò spero la prossima settimana?
Grazie...
[#7]
Dr.ssa Maria Morena Morelli Chirurgo generale 719 12
Gentile Utente,
potrebbe anche trattarsi di una infezione dei genitali (es.candida)("..forte prurito alla vagina con presenza di un leggero muco biancastro. In più la ghiandola inguinale sinistra si è ingrossata..").
Il consiglio di mantenere una idratazione adeguata rimane invariato;
Per eventuali 'applicazioni locali' (creme, ovuli) può farsi consigliare dal Suo farmacista di fiducia.
Continui a curare l'alimentazione (es. riduca i dolci - zuccheri, assuma yogurt naturale, fermenti lattici, frutta, elimini gli alimenti lievitati, alcolici, frutta secca, cioccolata,...);
Inoltre come indumenti intimi non usi tessuti sintetici o troppo stretti (es. preferisca la gonna ai pantaloni).
Dopo l'igiene personale 'tamponi' per asciugarsi e non deterga energicamente.

Cordialmente

Dott.ssa M.M.Morelli
[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per le risposte.
La ginecologa mi ha dato una cura a base di Meclon ovuli e il prurito è passato.
Non va meglio per quanto riguarda la quantità di urina e le feci.
Il mio curante, credendo possa essere colon irritabile, mi ha dato Spasmomen per 7 giorni 2 al dì, ma la situazione non è cambiata di molto.
Per le urine mi ha prescritto un esame che ho effettuato e da cui è risultato
COLORE--- oro
PH 5,0
Peso specifico 1028
Albumina assente
Glucosio assente
nitriti assenti
pigmenti biliari presenti
corpi chetonici assenti
urobilinogeno assente
ac ascorbico assente
emoglobina assente
eritrociti assenti
epiteli diversi
leucociti alcuni
presenza di filamenti di muco

Oggi le sottoporrò al medico... ma molte cose mi sembrano fuori dalla norma.... voi che dite?
[#9]
Dr.ssa Maria Morena Morelli Chirurgo generale 719 12
Gentile Utente,
per quanto riguarda l'esame delle urine riportato, consideri che piccole quantità di pigmenti biliari (da 0,5 a 2,5 mg nelle urine delle 24 ore)rientra nella norma;
La presenza di cellule epiteliali deriva dal ricambio cellulare dell'epitelio che riveste le vie urinarie.
'Alcuni' leucociti e filamenti di muco sono segni aspecifici di infezione delle vie urinarie.
Il trattamento topico consigliatole dalla Sua ginecologa ha evidentemente agito su una situazione di cervico/vaginite associata o meno a Candida albicans.
Le consiglio di continuare a seguire i consigli dati nei precedenti consulti (21 agosto) ed inoltre ("..il mio curante, credendo possa essere colon irritabile..") le allego il link di un articolo pubblicato nel sito dal Dott. Piazza che potrà aiutarla ulteriormente.
https://www.medicitalia.it/minforma/colonproctologia/

Cordialmente

Dott.ssa M.M.Morelli
[#10]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottoressa,
come al solito sempre tempestiva nelle risposte!
Ieri il medico mi ha consigliato di passare da Spasmomen a Spasmomen Somatico, dandomi appuntamento tra una quindicina di giorni.
Devo abituarmi all'idea che sia un fatto legato allo stress.
Io ho sempre somatizzato la mia ansia e il mio stress soprattutto sullo stomaco da quando ero bambina con crampi,sensazione di nodo allo stomaco, dolori e nausee varie. Non ho mai avuto problemi intestinali. Ora forse il bersaglio si è spostato!!!
Grazie ancora per le sue risposte!

[#11]
dopo
Utente
Utente
E' sorto un altro problema.... la ginecologa, che durante l'ultima visita non ha potuto effettuare l'ecografia interna perchè avevo le mestruazioni, mi aveva dato un altro appuntamento per oggi 15 settembre in modo da completare la visita. Dall'ecografia transvaginale è emersa una formazione anecogena di 26 mm a carico dell'ovaio dx, che secondo la dottoressa, potrebbe essere una cisti funzionale, cosa che andrà approfondita dopo 2 settimane dalla fine delle prossime mestruazioni.
Mi sento già carica d'ansia.
[#12]
Dr.ssa Maria Morena Morelli Chirurgo generale 719 12
Gentile Signora,
non c'è nessun problema........soltanto 'evitare' l'ansia !!
Ci 'risentiamo' dopo il controllo ecografico;
ritengo quanto ipotizzato dalla Sua ginecologa estremamente possibile.

Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli
[#13]
dopo
Utente
Utente
In attesa di ripetere l'ecografia il prossimo lunedì.... ho assunto Spasmomen Somatico, un'intera confezione, e le feci sembravano essersi normalizzate. Anzi in qualche giorno ho anche avuto stitichezza. Terminato il medicinale, ecco che il probela delle feci non formate e sfilacciate si ripresenta.
Ho anche seguito il consiglio del mio medico e vostro di bere di più... il problema è che non appena bevo un bicchiere d'acqua dopo circa mezz'ora sento la vescica pienissima e urino come se avessi bevuto un litro d'acqua!!! Quindi anche il problema dell'urina non è andato via.... visto che è sempre un problema legato ai liquidi, non potrebbero essere collegati i due disturbi???
[#14]
dopo
Utente
Utente
Bene, almeno il problema ginecologico era un falso allarme!!! Il follicolo si è ritirato spontaneamente con l'ovulazione e non era più visibile dall'ecografia interna.
Ho fatto una visita da un altro medico il quale, per il problema delle feci mal formate, ha ipotizzato un mal funzionamento gastrico, prescrivendomi una cura per lo stomaco. Sto prendendo Lucen mattina e sera ed effettivamente le feci sembrano migliorare. Rimane però il disturbo dell'urina più frequente ed abbondante....al quale si aggiunge mal di testa (fitte) sempre più frequente.
[#15]
Dr.ssa Maria Morena Morelli Chirurgo generale 719 12
Gentile Signora,
mi scuso per non essere riuscita a rispondere alla Sua richiesta del 02/10;
Ricapitolando:
- follico ovarico
- gastrite/colite (situazioni di stress condizionano la normale funzionalità gastrointestinale !!)
- infezione vie urinarie ?
Come già scritto nel consulto dell'11 settembre, dalle Sue analisi delle urine si evidenziava la presenza di 'Alcuni leucociti e filamenti di muco' che sono segni aspecifici di infezione delle vie urinarie.
Ha riparlato del disturbo con la ginecologa che l'ha visitata e che le aveva precedentemente consigliato terapia medica specifica (10 settembre)??.
Ricorda cosa 'ci siamo dette' a luglio ?: "..è come un circolo vizioso, eventuali flogosi dell'apparato urinario inducono ad urinare molto, si associa un eventuale alvo diarroico, Lei continua a bere poco e l'organismo si disidrata manifestando il 'malessere' con la..fitta piuttosto dolorosa (come una scossa) alla testa...

mi tenga informata

cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli
[#16]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottoressa!!
Allora il follicolo si è ritirato spontaneamente. La Ginecologa, guardando le analisi delle urine, ha detto che, a parte quei valori leggermente alterati, non c'era nulla che potesse spiegare il mio disturbo urinario.... non so che dirle... io vorrei ripetere le analisi per vedere se effettivamente si sono normalizzate.
Con il Lucen il disturbo simil diarroico sta lentamente scomparendo e ci sono giorni in cui divento anche un po' "stitica"!!!
Come le ho scritto nel precedente intervento, rimane il problema delle urine abbondanti e frequenti e il mal di testa...
La informo inoltre che sto tentando di bere di più.... il problema è che non appena bevo un bicchiere d'acqua dopo una mezzoretta mi si gonfia la vescica come se ne avessi bevuto un litro!!!
[#17]
Dr.ssa Maria Morena Morelli Chirurgo generale 719 12
Gentile Signora,
più che dire che 'il follicolo si è ritirato spontaneamente' direi che vi è stata una 'normale maturazione follicolare' in base al ciclo mestruale.
Per quanto riguarla il 'problema' vescicale ne riparli con il Suo medico di fiducia cercando di valutare se è il caso di ripetere l'esame delle urine (gli esami da Lei riportati erano di agosto ? la ginecologa ha escluso una eventuale candidosi ?).

Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli
[#18]
dopo
Utente
Utente
Non so se è corretto postare di nuovo qui... ma il "problema urinario" non è passato e adesso si è aggiunta amenorrea. Ho eseguito 2 volte il test di gravidanza sulle urine, con risultato negativo. La giiecologa ha ritenuto opportuno farmi ripetere l'urinocoltura, aggiungendo il dosaggio di BHCG (per eslucedere con sicurezza la gravidanza) e una serie di ormoni (FSH, Prolattina, ormoni tiroidei, DEAHS, testosterone libero e totale, 17Bestradiolo, e altri che non ricordo!!!). Sono in attesa dei risultati.
Ho letto che la poliuria con amenorrea può essere sintomo di malattie gravi del surrene, dell'ipofisi o dell'ipotalamo... AIUTO!!

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa