Valori analisi del sangue ed altri sintomi

Salve, da circa 2 mesi soffro di attacchi di panico (o almeno è quello che penso che siano). Improvvisamente in momenti di totale tranquillità vengo colpito da accelerazione del battito cardiaco, difficoltà respiratoria, sudore freddo e nausea. Questo evento dura pochi minuti dopo i quali tutto torna alla normalità, mi sono recato da un medico per sapere se potevano esserci delle cause fisiche all'origine di questi disturbi e mi ha consigliato di fare le analisi del sangue.
Nei risultati delle analisi del sangue ci sono stati alcuni valori che sono risultati fuori dalla norma:
Eritrociti 5.84% (4.40% - 5:80%)
Ematocrito 51.3% (40% - 50%)
Eosinofili 4.5% (1% -4%) (anche se la quantità di eosinofili per litro appare normale 0.3 X10^9/L con i valori che vanno da 0.05 a 0.65)

Come prima cosa vorrei sapere se i succitati valori fuori dalla norma sono qualcosa di preoccupante.

Dalle analisi delle urine è invece risultata la presenza di cristalli di ossalato di calcio ed un valore dei corpi chetonici di 15mg/DL (che in teoria dovrebbero essere assenti).

In quest'ultimo periodo si è anche aggiunto una specie di mal di testa, come un uggia costante che mi accompagna per buona parte della giornata (senza però comportare difficoltà di concentrazione, reattività o altro). Mi è anche comparsa una specie di patina bianca sulla lingua da alcuni giorni e spesso al mattino avverto un senso di nausea.
Volevo quindi sapere se la causa di questi malesseri è da ricercare sopratutto in un fattore di stress e tensione o se invece è da ricercare in qualcosa di fisico rilevabile magari da un esame in particolare.
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione e scusate se vi sembrerà banale come richiesta ma non sono molto esperto in medicina (anche perchè ho solo 19 anni).
[#1]
Attivo dal 2006 al 2006
Medico Chirurgo
Gentile Giovane,
non è banale la sua richiesta, anzi assolutamente congrua.
Non voglio dare letture delle sue intenzioni, ma credo sia normale rivolgersi al web in alcuni condizioni psicofisiche e cercare risposte.

Capirà bene che qui possiamo dare solo indicazioni orientative e bisogna rimandare al suo medico di fiducia/specialisti ulteriori approfondimenti.

Tuttavia...
le "analisi" senza paziente non dicono molto; è verosimile che i chetoni urinari, con glicemie nella norma e assenza di storia di patologie degne di nota, siano solo conseguenza di un digiuno prolungato o vomito;
è un'ipotesi, così come l'aumento di eosinofili in un solo esame non è significativo , nè allarmante.

La sua domanda, come sopradetto, è pertinente: il suo malessere deriva da un fatto fisico o solo psicologico?

E' atteggiamento medico responsabile quello di dirle che non si può ancora sapere; bisogna visitarla, approfondire gli esami (funzionalità tiroidea, elettrocardiogramma, eventuale ecg holter,rx torace, catecolamine urinarie,prove funz.respiratoria ecc.).

Se verranno escluse malattie organiche è verosimile che la sua autodiagnosi sia vera; il fatto stesso che voglia risolverla e che si sia rivolto già ad un medico per fare luce sulla situazione depone a suo favore.

In assenza di tratti psicologici particolari il suo medico di medicina generale saprà sicuramente sostenerla, aiutarla con terapie farmacologiche se necessario e farsi supportare se necessario da specialisti.

Il disturbi come ansia/panico/depressione sono frequenti, anche alla sua giovane età; per fortuna esistono oggi terapie farmacologiche (e/o percorsi psicoterapeutici se necessari) molto efficaci e molto poco dannosi, non eccessivamente o necessariamente molto prolungate nel tempo.

Ne parli anche con qualcuno che le sta vicino, senza alcuna vergogna; è giovane, deve stare bene.

con i miei migliori auguri la saluto
[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio infinitamente per la risposta. In aggiunta volevo dire che non posso confrontare i risultati delle analisi del sangue con quelli da me precedentemente fatti in quanto risalgono a più di 10 anni fà (ero stato ricoverato per ipercalciuria e sangue nelle urine, cosa che da queste analisi non risulta scomparsa, come dimostra la presenza di cristalli di ossalato di calcio, ma affievolita).
Ho portato le analisi dal mio medico, secondo lui non ci sono problemi fisci: il cuore funziona bene, i battiti sono regolari (80 al minuto) e la respirazione è normale. Sempre secondo il suo giudizio sia il mal di testa, che la nausea sono dovuti ad un fattore psicologico di ansia. Proverò ricominciando a praticare sport in modo da scaricare un pò di stress e tensione, sperando che questi problemi si risolvano al più presto. La ringrazio ancora una volta per la sua risposta e la saluto.
[#3]
Attivo dal 2006 al 2006
Medico Chirurgo
Gentile Giovane,
perchè no? E' una buona idea.
A volte medicalizzarsi non aiuta...e alcune risposte si trovano altrove.
Rinnovandole i miei auguri cordialmente la saluto

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa