Utente 423XXX
Salve, ho 14 anni e ormai da un bel pezzo di tempo ( 1-2 mesi) noto sempre che ho del muco nella gola e ogni tanto ho il naso tappato per quslche secondo, verso aprile ho avuto una bronchite ma a quantobpare il dottore mi ha detto che l ho superata. Circa 15 giorni fa mi sono operato di varicocele e dopo l operazione mi hanno detto di prendere per 5 giorni l antibiotico (augumentin) ma non ho visto nessun miglioramento nella gola, ho provato qualche rimedio naturale ma è cambiato poco e niente, cosa devo fare?

[#1]  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore la presenza di muco in gola è espressione di una infiammazione in quella sede. se non ci sono problemi locali (tonsillite, sinusite) è possibile che vi sia un reflusso gastroesofageo e per questo divrebbe essere comunque visitato da un otorino per verificare questa situazione. cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#2] dopo  
Utente 423XXX

Mi può spiegare in poche parole " terra-terra" cos'è più o meno questo reflusso e se si può curare? Arrivederci

[#3]  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile signore il reflusso gastroesofoageo rappresenta il passaggio di acido dallo stomaco all'esofago ed alla gola quando la valvola inferiore (sfintere esofageo inferiore) non è continente e questo facilità il passaggio dell'acido in esofago. Se anche la valvola superiore (sfintere esofageo superiore) non è continente l'acido risale anche in gola e da luogo ad infiammazioni della gola (muco) ed in alcuni casi da luogo anche a broncopolmoniti perchè l'acido cola nei bronchi e quindi nei polmoni. per questo in questi casi conviene dormire con due cuscini per rendere più difficile il reflusso durante la notte . spero di esserle stato sufficientemente chiaro. Cari saluti.
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena