Candida e antibiotici

Buonasera,
Scrivo per cercare di venire a capo di queste storia. A causa delle placche, ho dovuto prendere l'antibiotico (amoxicillina) che a quanto pare mi ha scaricato una forte candida vaginale. Ignara del fatto che potesse averla scatenata l'antibiotico, ho dovuto riprenderlo a causa di una imminente estrazione dentale. Il dentista mi ha prescritto sempre l'amoxicillina e lì la situazione è precipitata. Leggendo qua e là, ho capito che la causa della mia candida era da imputare a questo antibiotico, ne ho parlato col dentista e mi ha detto di sostuirlo con il veclam (500mg). Nel frattempo per cercare di scacciare la candida ho fatto due cicli di gynocanesten (con cannulette) che non sono serviti assolutamente a niente, ho cominciato a mettere gli ovuli (meclon) , a utilizzare fermenti lattici ma non continuavo a non avere alcun beneficio. Disperata, mi sono recata dal medico curante che mi ha prescritto diflucan da associare agli ovuli. Mi ha detto di prenderne solo una pastiglietta e, se ancora non avessi riscontrato miglioramenti, di prendere a distanza di 4 giorni l'altra compressina e così ho fatto. In tutto ció sto prendendo ancora il veclam per l'estrazione dentale imminente. Il Diflucan ammetto che ha migliorato molto la situazione (molte meno perdite, non ho più la vagina arrossata ecc)ma ho ancora un po di prurito dopo aver preso giovedi l'ultima pastiglia. È normale? Come devo comportarmi? Diflucan e veclam sono "compatibili"? Non ce la faccio più!
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Gentile Utente,
spieghi al suo dentista che nella attivazione di una candidosi vaginale non c'è differenza tra Veclam e Amoxicillina.
E al suo curante che forse sarebbe più saggia una copertura quotidiana con difluconazolo per 10gg.
Teoricamente esiste una interazione farmacologica tra Claritromicina e Diflucan ma in clinica non è importante.
Saluti.
Dott. Caldarola.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa