Utente
buongiorno
vorrei chiedere un parere sui miei esami del sangue e cosa dovrei fare, in particolare colesterolo trigliceridi e transaminasi. Esami sono stati fatti dopo un episodio accadutomi una settimana fa. Da un amico al pomeriggio ho bevuto un caffe americano(un bel tazzone) e due bicchieri di coca cola. Dopo un po sentivo una senzazione strana allo stomaco sotto lo sterno come un peso come se non avessi digerito. Arrivato a casa le gambe sono diventate pesanti, ho avuto brividi e una stanchezza che tuttora perdura.
ecoo i risultati degli esami. le uniche cose fuori norma sono il colesterolo e s.alat(gpt)-

-colesterolo totale 230 mg/dl
-colesterolo hdl 44 mg/dl
-colesterolo ldl 153 mg/dl
-trigliceridi 89 mg/dl
-s-alat(gpt) 64 U/L

Io ho 30 anni sono 1.78 di altezza e purtroppo da quando ho 27 anni vuoi vari problemi ho cambiato stile di vita in peggio diciamo. Nonostante abbia smesso di fumare e al tempo pesavo sui 67 68kg palestra tutti i giorni sempre in movimento, in questi ultimi anni sono diventato per la maggiore sedentario e in piu sono salito fino a 80 kg. Ora andrò dal medico per parlare di una dieta e ho iniziato a passeggiare per 30 40 minuti al giorno. Farò anche una visita dal cardiologo ......comunque sono sempre stanco dopo episodio alla stomaco....poi ho una fortissima cervicale che è da un anno che non curo e non vorrei che questa debolezza di arti e peso alla testa sia dovuto anche a questa. Per il momento mi impegnerò al massimo per ritrovare il mio peso forma e far scendere il colesterolo. Un ultima domanda, con le transaminasi a 64 dovrei indagare di piu sul fegato? in definitiva posso rimediare il tutto. il resto degli altri esami del sangue sono perfetti. Lultima cosa che mi rimane da curare è un forte stress e ansia.
Grazie

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2020
salve,
se lei non riporta il valore di riferimento max della GPT io come faccio a valutare di quanto sia alterata?
A me pare una piccola alterazione, che potrebbe essere ricondotta a una steatosi epatica correlata al suo sovrappeso.
Faccia una Ecografia dell'addome, e dunque del fegato, e per sicurezza valuti lo status sierologico per HCV E HBV.
Per quanto riguarda il colesterolo, si impegni per perdere peso e per una vita meno sedentaria (cammini a passo svelto almeno un'ora al giorno, non serve di più, e mangi meno) e tra un mese ricontrolli i valori.
In quanto alla relazione tra le bevande dell'amico e la comparsa dei suoi disturbi non saprei dirle: non sarà mica stata una pozione magica?!
:-)
Cari saluti,
Dott. Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore
le scrivo i risultati completi:

-s-asat( got) 33 U/L 15-41
-s-alat /gpt) 64 U/L 17-63
-s-gamma gt 23 U/L fino a 50

gli unici valori fuori limite come dicevo erano colesterolo e gpt.
Come ho scritto andro a fare anche una visita cardiologica. Per i dolori al petto che sentivo (ma possono essere dati dal lavoro duro e le sudate forti al freddo che ho fatto settimana scorsa),il medico mi ha prescritto anche un rx al torace non ho i risultati ma mi hanno detto che non cè niente.Purtroppo non so come ma mi sento sempre stanco dal fatto dello stomaco. I primi giorni era una sensazione molto forte come se mi fossi alzato dal letto dopo un'anestesia. E ho sempre questa tossina secca a momenti.
Magari è tutto correlato al lungo periodo di stress e ora goccia dopo goccia il vaso si è riempieto ed è traboccato.
Riguardo alla stanchezza ho solo notato una cosa in queste ultime due settimane. Avevo uno stimolo forte per andare in bagno di corpo, poi in sostanza ne facevo pochissima. Potrebbe essere intestino magari non in buona salute. Oltretutto devo fare dei test degli alimenti perche dopo mangiato tutti i giorni mi si gonfiava la pancia come un palloncino. Anche qui mi succede da tanto e mi sono trascurato. Percio ora potrebbe avermi dato disturbi.
grazie ancora dottore e attendo un suo parere

[#3]  
Attivo dal 2007 al 2020
Buongiorno,
guardi mi pare che anche lei da profano possa valutare che i suoi valori rientrano nel range di normalità.
In quanto alla sua situazione generale, compresi i disturbi intestinali,lei mecessita di una valutazione diretta da parte di un gastroenterologo che deciderà se farle fare degli esami e quali.
Ciò che non è consentito a me per via telematica.
Credo che ad ogni buon conto una componente ansiosa giochi un ruolo non trascurabile nella sua sintomatologia.
Mi faccia sapere, se vorrà.
Buon week-end,
Dott. Caldarola.