Utente 441XXX
Salve,
Volevo solo avere un parere veloce su quello che mi sta accadendo:
Sono un ragazzo di 21 anni che da un po di tempo è molto sedentario e passa molto tempo al pc. Ogni volta che mangiavo una pizza, mi sentivo sempre accaldato, ma non gli ho dato mai peso, perchè per me era semplicemente la fase di digestione un po pesante. Racconto di tutto quello che sento per essere esaustivo.
Ho cominciato a mangiare male, oltre alle schifezze varie, soffro di insonnia e a volte mangio la mattina alle 8'00 o la sera tardi alle 3'00.
Non faccio nessuna attività fisica e sto proprio tutto il tempo seduto.
Sono tipo 5-6 giorni che ogni volta che mangio qualcosa mi viene una sensazione di mal'essere, la testa sembra quasi che mi voglia girare e finché non vado in bagno, mi sento abbastanza stralunato. Andato in bagno, cosa che succede quasi subito dopo il pasto, mi riprendo, ma non mi sento realmente benissimo. In bagno vado immediatamente ma a volte soffro di stitichezza e se vado, adesso vado abbastanza male, non diarrea ma neanche bene. La mattina mi sveglio sempre con qualcosa di simile ad una forte alitosi. Ho un minimo di reflusso appena mangiato che si associa al resto delle sensazioni . Solo una volta mi è girata realmente la testa, ma erano le 6 di mattina e l'ho associato alla stanchezza. Dura da almeno 7 giorni, anche se quando mangiai cose leggere come pastine etc.. non ebbi problemi. Poi l'altro ieri mangiando una pizza, comunque non mi sentii niente, ma il giorno dopo mangiando un hamburger, ecco di nuovo queste sensazioni. Ora ho mangiato due zucchine, un po di carne bianca ed ecco di nuovo, corro in bagno e mi sento leggermente meglio, ma un po spossato. In passato ebbi la pericardite e quindi presi la copertura dello stomaco e 2mg di aspirine al giorno, e in bagno mi ricordo che un giorno andai addirittura verde. Ho sempre pensato che per quelle aspirine avessi lo stomaco leggermente sensibile, ed è per questo che non ho mai dato peso allo stomaco. Ma adesso mi scombussola, quindi non so cosa dovrei fare. Serve che faccia degli esami specifici o semplicemente basta che mi regoli, magari riprendendo la palestra etc.. e mangi in maniera corretta per un mesetto? Digerisco in continuazione, e certe volte ho davvero una fame assurda, anche se semplicemente lo associo alla mia cattiva alimentazione. Mi hanno consigliato di utilizzare semplicemente il gaviscon per il reflusso gastrico, ma volevo avere un consiglio da voi.

[#1]  
Dr. Francesco Ciociola

28% attività
0% attualità
12% socialità
ISOLA DI CAPO RIZZUTO (KR)
MILANO (MI)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
la alimentazione poco equilibrata sia in termini di orari, sia in termini di ripartizione di nutrienti può determinare turbe della digestione compreso il reflusso e la conseguente alitosi, per cui non deve stupire avere difficoltà nell'attività intestinale.
E' perciò opportuno provvedere a regolarizzare l'apporto delle calorie senza saltare la colazione e sopratutto associare una adeguata attività fisica (almeno 30 minuti di passeggiate quotidiane) per poter stimolare anche in senso favorevole il metabolismo.
Sarà poi sua cura farsi visitare dal suo curante per provvedere ad altri eventuali approfondimenti come semplici esami ematici.
ci aggiorni se vuole.
cordiali saluti
Dr. francesco ciociola

[#2] dopo  
Utente 441XXX

Salve ho fatto gli esami ed è risultato che la mia vitamina b12 è un po bassa, 291 non sotto la norma. L'acido folico basso tipo a 2 e 2,4. Creatinina a 1'47, un pochino alta. Fatta L'azotemia e tutto bene. Colesterolo totale 186. Ogni persona che legge mi chiede se mangio frutta e verdura. Certo io mangio male, ve l'ho spiegato sopra, ma è possibile che la mancanza di questa vitamina sia dovuta ad un problema intestinale? Cordiali Saluti

[#3]  
Dr. Francesco Ciociola

28% attività
0% attualità
12% socialità
ISOLA DI CAPO RIZZUTO (KR)
MILANO (MI)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
La carenza delle vitamine può dipendere da ridotta assunzione con la dieta o dallo scarso assorbimento intestinale.
Nel suo caso specifico la dieta poco equilibrata è il primo elemento da considerare, perciò prima di ulteriori esami è necessario verificare che una dieta equilibrata normalizzi i livelli di tali vitamine.
Ovviamente utile un valido apporto di acqua.
Cordiali saluti
Dr. francesco ciociola