Utente 443XXX
Mi viene casualmente riscontrata una deficienza di Vitamina D (7.4 = carenza grave) per cui mi vengono prescritte dosi integrative da 50000UI da prendere una volta a settimana per 8 settimane. Dopo 2-3 dosi assunte comincio ad avere dolori alle falangi, alle dita, al polso, al dorso, all'avambraccio, e un forte affaticamento, tutto ciò su entrambe le braccia, anche per gli sforzi più banali, che migliorano un poco col riposo. Può la causa essere calcificazione dovuta a un sovradosaggio di vitamina D? Leggo altrove che non andrebbero in ogni caso assunte dosi superiori a 10000ui al giorno.
Grazie

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
è strano ma oggi sono tutti carenti di Vit.D
Ad ogni buon conto teoricamente il sovradosaggio di Vit. D può verificarsi, essendo una vitamina liposolubile.
Faccia la calcemia e la Fosforemia e potrà avere informazioni dirette.
Poi sospenda: tra un pò il sole provvederà a indurre la produzione di Vit. D endogena a partire dal colesterolo per il tramite della pelle.
Quindi l'apporto di Dibase non le servirà più.
Saluti,
Dott. Caldarola.