Disturbo non ben specificato

Salve, da diverso tempo circa un paio di mesi, ma è peggiorato repentinamente nelle ultime due settimane, ho un disturbo non ben specificato.

Cerco di spiegare al meglio i sintomi e quando si verificano.

Si tratta di una sensazione come di vuoto, mi gira spesso la testa, ma no come se si alzasse si abbassasse la pressione è diverso come se fossi ubriaca, sento il battito del cuore in tutte le parti del corpo, prevalentemente nella parte alta del Busto, dallo stomaco alla gola e ho difficoltà a respirare per qualche ora.

Ogni tanto tutto ciò è anche accompagnato da un fortimo frastuono alla testa (come una forte ventola che rimbomba) che è quasi un forte dolore, per questo sono già finita in ospedale 2 volte perché mi sono accasciato sulla scrivania, ma non hanno riscontrato niente dall'esame audio metrico (mi pare si chiami così, per spiegarmi quello del suono nelle cuffie, in camera isolata in cui devi alzare la mano del lato in cui lo senti) anche se ho provato a spiegare che a mio parere non riguarda le orecchie ma non credo che sia riuscita a spiegarmi ai medici che mi hanno visitato.

Spesso accade dopo mangiato, sia poco, sia tanto, sia bene che male.

Ora finito questo periodo dove farsi controlli è complicato mi rivolgerò al mio medico e farò le analisi del caso, ma se avete qualche idea su cosa possa essere.

Ho già fatto il test delle intolleranze compreso e ne no diverse ma ciò capita anche eliminando completamente tali prodotti.

Ad un certo punto ho pensato fosse anche qualcosa legato all'ansia, visto che ho sofferto e soffro di un disturbo depressivo (ansia sociale), ma succede a che in piena calma e anche dopo aver preso l'ansioten.

Soffro anche si sindrome da ovaio policistico e dovrei fare il glucophage come prescritto dalla endocrinologia, ma sinceramente me ne scordo.

Sono a rischio ischemico, ma a dire il vero, visto che secondo me c'entra lo stomaco lo riterrei irrilevante (magari mi sbaglio).

Ripeto, non appena possibile mi farò le analisi del caso, ma avere un'idea nel frattempo sarebbe utile per almeno provare a ridurre il problema nel frattempo.


Grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Daniele Orsucci Neurologo 337 16
Direi che è molto probabile che si tratti di un problema di ansia, sentirei uno psichiatra.

Dott. Daniele Orsucci
Neurologo - Esperto Elaborazione Diete
Disponibile per visite on-line (orsuccid@gmail.com)

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa