Utente 212XXX
Sono una ragazza di 28 anni, 7 anni fa sono stata operata alla colicisti, da 2 anni circa soffro di disturbi del colon( irritabile) difficile digestione, areofagia ma soprattutto stipsi prolungata alternata poi a diarrea; ho effettuato gli esami per rilevare la possibile intolleranza al glutine i risultati delle analisi sono poco chiari: l'endomisio risulta negativo ma le transglutaminasi presentano un valore positivo rispetto al range previsto: 32 anzicchè essere < 15, la domanda è questa: posso ritenermi un soggetto celiaco?

[#1] dopo  
Dr. Faruk Al Megrabi

16% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2003
CARA UTENTE 2122,
E' DIFFICILE DARE UN'INTERPRETAZIONE DIAGNOSTICA AL SUO QUESITO PER MANCANZA DI ALTRI DATI.
I SINTOMI CHE LEI PRESENTA SONO DA ATTRIBUIRE AL COLON "IRRITABILE" E NON ALLA MALATTIA CELIACA.
SI RIVOLGA AL SUO MEDICO PER ULTERIORI ACCERTAMENTI.

[#2] dopo  
Dr. Francescopaolo Cardia

20% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
Cara Signora,
La diagnosi di malattia celiaca si sospetta sulla base dei sintomi e dei segni (visita clinica specialistica gastroenterologica); il sospetto clinico viene rafforzato da esami di laboratorio e di diagnostica per immagini e confermato dal rilevamento di una mucosa piatta alla biopsia del digiuno (primo tratto dell'intestino mesenterico) e dal miglioramento della sintomatologia e del quadro istologico prodotto da una dieta priva di glutine.

cordiali saluti

[#3] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Gentile signora, la celiachia rientra nelle forme autoimmuni e si può dirimere il Suo quesito valutando l'antigene HLA specifico. Coridialmente,
Dr. Giancarlo Cavallino
Medicina Integrata
Tel. 3381997446
Web: www.smige.net
Dr. Giancarlo Cavallino Malattie Autoimmuni