Utente 123XXX
Gentili medici specialisti,
approfitto della vostra attenzione per sottoporvi il mio "caso".
Ho 30 anni e un anno fa circa ho avuto degli episodi sincopali con perdita di coscienza per qualche secondo.
Ho subito un ricovero in neurofisiopatologia e il referto recita
" Anamnesi di emicrania con aura visiva, proctosigmoidite cronica aspecifica, disturbo dell'umore (probabilmente bipolare), recente insorgenza di episodi lipotimico-sincopali in un contesto di negatività degli esami cardio-vascolari".
Per questi ultimi il paziente era già stato sottoposto a RMN encefalo, che aveva evidenziato lesione ischemica sottocorticale, che aveva sollevato il sospetto diagnostico di una malattia demielinizzante. Esami eseguiti: profilo biochimico ematologico, es. urine, VES, T3,T4,TSH, Ab. Anti TG e anti TPO, PCR,FR,C3-C4,ANA,ANCA, Ab. antifosfolipidi, LAC, Omocisteinemia, Markers Epatiti, Ab. Anti HIV, Ab. anti Borrelia, es. liquorale, ENMG, Potenziali Evocati Multimodali, RMN cervico-dorsale.
Si riportano gli esami alterati: eosinofili 5.2; Alb. 64,8; all'esame del liquor Alb 28; IgG 655 (751-1560) con normalità in nefelometria. Negatività dei potenziali evocati e della RMN cervico-dorsale.Si esclude una malattia demielinizzante a tipo sclerosi multipla, ma non è possibile una diagnosi eziologica di certezza della lesione ischemica encefalica, che può essere ricondotta ad un processo vasculitico connesso alla proctosigmoidite cronica aspecifica."

Ora a distanza di un anno, in assenza di episodi sincopali, avverto una forte astenia e un'ipersonnia ( la notte dormo 11-12 ore ininterrotte) che mi impediscono anche di svolgere una vita regolare.
A ciò si aggiunga che ho frequenti infiammazioni delle vie urinarie ancorchè l'urinocoltura escluda la presenza di infezioni batteriche.
L'unico esame alterato da un pò di tempo è il CPK ( l'ultima volta 332,un mese prima 400). Ho scariche diarroiche ( circa 2 al giorno) in assenza di dolore addominale ( quest'ultimo era presente anni fa quando mi diagnosticarono questa "proctosigmoidite cronica aspecifica")alternate a evacuazioni normali (di mattina).
Vorrei sapere se e eventualmente cosa devo fare. Il medico di base dice che è il cambio di stagione che procura stanchezza e che dagli esami non emerge nulla di particolarmente rilevante o degno di giustificare ulteriori indagini.
La pensate allo stesso modo?
Grazie per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signore,attualmente assume dei farmaci e se si, quali? Ha fatto prove di intolleranza alimentare e ricerca di anticorpi anti-gliadina, anti-trasglutaminasi ed anti -endomisio?Ad oggi, a parte questa ipersonnia, vi sono stati altri episodi sincopali, emicranici? Una visita cardiologica l'ha eseguita, insieme a controlli elettrocardiografici? Un esame del fondo oculare con eventuale fluoroangiografia per evidenziare propblemi vascolari non solo (naturalmente) retinici?Ci sono casi in famiglia di ischemie miocardiche in età giovanile o accidenti cerebrovascolari?Ha eseguito anche la ricerca del fattore V Leiden,eventuale dosaggio proteina S, sono normali i valori emo-coagulativi? Ha eseguito anche una PET cerebrale, un elettroencefalogramma? Hanno eseguito una biopsia intestinale o del tratto retto-sigma? Esami di recente come emocromo, VES,PCR o altro?Mi scuso per le diverse domande, ma è per avere notizie più precise.
Attendo sue notizie.
Cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#2] dopo  
Utente 123XXX

Gentilissimo Dottore,
in merito alla proctosigmoidite cronica aspecifica devo dire che essa è comparsa all'età di 18 anni e si è manifestata con scariche diarroiche e di muco e intensi dolori addominali e del basso ventre. Persi circa 10 kg all'epoca fino a che la situazione non si ristabilizzò attraverso l'uso quotidiano di mesalazina e cortisone per sospensione rettale. Ho fatto questa terapia fino all'età di 22 anni, quindi 4 anni consecutivi.Ma già dopo i primi due mesi ho avuto dei benefici enormi. Adesso prendo per tre mesi l'anno mesalazina per bocca.
Ho fatto gli esami anti-gliadina anti-trasglutaminasi ed anti -endomisio con esito negativo. La colonscopia dimostrava la presenza di mucosa congesta e estremamente fragile e si disponeva la biopsia il cui esito recita appunto "proctosigmoidite cronica aspecifica". Secondo il gastroenterologo del tempo poteva essere una forma di colite ulcerosa ancora non conclamata...ma la terapia rimaneva la stessa. E infatti ho tratto notevolissimi benefici e la mesalazina mi ha salvato la vita.

Con l'emicrania ahimè ci convivo...almeno una due volte a settimana devo ricorrere a ibuprofene 300 mg.
Non ho più avuto episodi sincopali.
Aggiungo inoltre che tali episodi si son manifestati nel periodo estivo e io soffro di lieve ipotensione ( pressione sanguigna generalmente si attesta sui 100max-80 minina) con leggere variazioni in aumento o diminuzione durante la giornata.
L'ecocolordoppler cardiaco non ha evidenziato nulla di anomalo se non un atteggiamento prolassante della valvola mitralica senza insufficienza.
Anche ecodoppler transesofageo non ha rilevato nulla di anomalo, nessun passaggio di gas o reflussi.
Il tilt test non ha evidenziato nulla di anomalo.
Soltanto con l'esame Holter si è evidenziata una tachicardia sinusale non sostenuta della durata di quattro ore durante l'orario notturno, e "notevoli episodi di extrasistolia SV e V. semplice e complessa, tratti di ritmo bigemino, AARVentricolare sovraccarico sisto-diastolico biventricolare" durante la giornata.
Il cardiologo dice che il quadro è normale, di un cuore sano.

Il fondo oculare ha dimostrato la presenza di un piccolissimo forellino alla retina, occhio sx,cicatrizzato.

In famiglia solo un episodio di ictus. Mio nonno all'età di 50 anni, poi ne ha avuto un altro all'età di 65 ed è rimasto sulla sedia a rotelle.

Mai eseguito ricerca del fattore V Leiden, dosaggio proteina S.
Mai eseguito una PET cerebrale, nè un elettroencefalogramma.

Gli ultimi esami del sangue (12/04/10) erano buoni, sia emocromo, sia VES, sia PCR, così come funzionalità epatica e renale. Solo gammaglobuline perennemente bassine e PCK elevato. Aggiungo che il medico mi ha detto di ripetere solo il PCK previo riposo assoluto nei quattro gg antecedenti al prelievo.
Domani effettuerò il prelievo.

Spero di essere stato esaustivo e grazie mille per l'attenzione dimostratami.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente, unico dato a parte il suo problema intestinale è questa tachicardia notturna riscontratasi all'Holter ECG, ma non sappiamo se essa continui oppure no.Per qunato riguarda quell'aspetto alla RMN, non deve preoccuparsi, magari può effettuare controllo a distanza di un anno. Al mattino è riposato o nota comunque una certa stanchezza? E' importante anche la qualità del sonno. A che ora cena?Che tipo di attività svolge di giorno? Mi scuso, ma a distanza e senza esame clinico o anamnestico è difficile poter capite talvolta.
Cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it