Utente 624XXX
Da ormai 5 mesi vivo come una sorta di stanchezza cronica.
Dormo una media di 8 ore a notte e nonostante questo la mattina mi alzo stanca e questo senso di spossatezza dura per quasi tutta la giornata.
Ho eseguito analisi del sangue, visita cardiologica e otorino e visita neurologica ed è risultato tutto nella norma a parte una leggera deviazione del setto nasale.
Sono una persona molta ansiosa (credo di avere l'ansia cronica oltre alla stanchezza) , mi sono da poco licenziata dal lavoro per via di una situazione insostenibile..e ora sto evidentemente somatizzando tutta l'ansia accumulata..Mi ritrovo ogni giorno a combattere con le mie fobie ..il tanto tempo che ho libero mi porta a stare a casa e a non aver voglia di uscire..quasi paura di uscire di causa..
Come un crollo dopo un periodo in cui lavoravo anche 9 ore al giorno...

Nell'ultimo periodo ho avuto sensazioni di instabilità da ferma che si sono leggermente attenuate prendendo degli ansiolitici..

La situazione però non migliora e la stanchezza giornaliera non accenna a diminuire...volevo chiedere se magari sarebbero necessari altri esami da fare per poter capire le cause..

Volevo aggiungere che fumo, sono sovrappeso (il cibo è una mia valvola di sfogo) e ho sempre fatto un lavoro abbastanza sedentario..

[#1] dopo  
Dr. Matteo Preve

44% attività
0% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
1) apparte la stanchezza cronica e il sovrappeso soffre di qualche altro disturbo fisico?
2) "..Ho eseguito analisi del sangue, visita cardiologica e otorino e visita neurologica ed è risultato tutto nella norma a parte una leggera deviazione del setto nasale..". Quali esami del sangue ha effettuato (li potrebbe specificare)?
3) quale tipo di ansiolitico assume?
4) stanchezza, ansia e somatizzazioni, discontrollo verso il cibo andrebbero inquadrati all'interno del contesto clinico in una visita specialistica psichiatrica.

Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva

[#2] dopo  
Utente 624XXX

Gentile Dottore,
gli esami del sangue che ho fatto sono emocromo completo, magnesio, potassio, ferritina, trigliceridi, colesterolo, controllo della tiroide, bilirubina, Alt, Ast, glucosio...diciamo gli esami base..che risultavano tutti nella norma...

Ansiolitico al bisogno è l'alprazolam... il neurologo mi avrebbe segnato mezza compressa di paroxetina la sera..prima di dormire..ma ancora non ho iniziato la cura..

Per rispondere alla prima domanda no non soffro di altre malattie

[#3] dopo  
Dr. Matteo Preve

44% attività
0% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gwentile Utente,
se il medico le ha consigliato la paroxetina come mai non l'ha iniziata (che é un farmaco che potrebbe migliorare la sua sintomatologia)?
Molto probabilmente lo specialista ha valutato che la sua sintomatologia é da attribuire ad un disturbo psichico. Pertanto le consiglio di proseguire le indicazioni del suo medico e valutare l'effetto terapeutico nel tempo.
Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva