Utente 160XXX
Gentile dottore,
ho una tosse secca e persistente da circa 2/3mesi. Mi sono rivolta all otorinolaringoiatria e mi ha prescritto vari controlli e vari esami. Tra questi consulto cardiologico, dove non si è riscontrato niente da attribuire alla tosse. Consulto pneumologico con rx torace e consulto gastroenterologico con se necesseria gastroscopia. Ho prenotato la visita gastroenterologica e pneumologica presso l'ospedale dove vivo,ma le tempistiche non sono brevi.
Dai rx torace non sono usciti danni al torace, tutto nella norma,però ho le strie fibrotiche.
Il mio medico mi ha tranquillizzato dicendomi che sono cicatrici di una vecchia bronchite o di qualcosa trascurato,ma che non devo allarmarmi.
Non convinta, in una ricerca su internet ho letto della fibrosi polmonare. È la stessa cosa????
Presento solo tosse stizzosa che a volte sembri che stia per rimettere. Aggiungo che ho una faringite cronica e dei noduli alle corde vocali.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
le strie fibrotiche sono i reliquati di infiammazioni polmonari risoltesi. Non sono evolutive e non hanno nulla a che vedere con la fibrosi polmonare.

La sua tosse stizzosa sicuramente non dipende dalle strie fibrotiche sopra descritte.

La sua faringite cronica e la presenza di non meglio specificati noduli alle corde vocali, possono spiegare la tosse stizzosa: la medesima potrebbe riconoscere anche una componente disreattiva della mucosa laringea,anche di natura allergica, sovente assai responsiva agli inibitori della sintesi dei leucotrieni e/o agli antiistaminici.

Infine, non mi dice che terapia e che diagnosi ha fatto l'otorino che ha consultato: in presenza di una laringite posteriore, la probabilità di una concomitante MRGE è molto alta.

Ex iuvantibus, concordato con il suo curante, un ciclo di cura con IPP + un gel barriera potrebbero chiarire il quadro se la tosse scomparisse.

Spero di averla tranquillizzata.
Se vuole mi faccia sapere.
Cordialità
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 160XXX

Gentile dottore,
l'otorinolaringoiatria a cui mi sono rivolta mi ha fatto una laringoscopia dal quale si evinceva una faringe infiammata e un po di reflusso. Per questo motivo,mi ha prescritto reflagin e Ialoclean spray per vedere come reagivo, se la tosse cessava.
Inoltre mi ha consigliato di rifare un ciclo di locopedia e di fare un consulto cardiologico (mio padre era cardiopatico ) dal quale non si è riscontrato nulla, consulto pneumologico con aspirometria ( in attesa di farlo) rx torace, consulto gastroenterologico con eventuale gastrogastroscopia per valutare se la tosse può essere causata da un possibile reflusso.
Con i farmaci che mi ha prescritto la tosse non è cessata.
Nei mesi scorsi ho fatto anche l'aereosol,ho risolto per un breve periodo e poi è ricomparsa.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
con la laringoscopia l'otorino non può vedere un reflusso ma, come le ho già accennato, l'esistenza di una laringite posteriore attribuibile, e non sempre con certezza, ad un reflusso.

I farmaci che le sono stati prescritti sono il Refalgin un "dispositivo medico" ad effetto barriera che costa 20 EUR, non è in fascia A, mi è stato presentato ma non aggiungo come.
In fascia A è presente il Gaviscon Advance, che è un Farmaco, costa 5 EUR, è a base di alginato di sodio, e sul quale non paga neppure la differenza con il generico.
Lo Ialoclean, mi perdoni, è poco più di un plabebo che costa 12,00 EUR.

Torno a ribadire che la sua tosse stizzosa potrebbe avere origine allergico - disreattiva e che in quel caso va curata con farmaci appropriati.

La richiesta del suo consulto verteva comunque sulle "strie fibrotiche": non sono la causa della sua tosse.
P.S. Ovviamente io non ho visto la lastra, devo fidarmi del referto che riporta.....

Cordialità.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 160XXX

Lei cosa mi consiglia di fare? Ovviamente io non sono un medico,ma una semplice insegnante e mi fido di quello che mi dicono!Nell'attesa mi consiglia di fare?
Oltre alle visite che mi ha prescritto l'otorino, c'è qualche altro specialista che posso consultare?
Si,l'otorino infatti mi ha detto che si vedeva un accenno di reflusso ma dovevo consultare comunque un gastroenterologo.
Mi scuso per le troppe domande e la ringrazio per le utili risposte,davvero gentile.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentilissima Signora,
io non posso, via web, darle terapie.
La cosa che le consiglio di fare è intanto imparare ad usare bene la sua propria voce, essendo un insegnante che ne fa un uso evidentemente scorretto. Con l'aiuto di un logopedista.

Di sentirsi con il curante e valutare la possibilità di utilizzare il Montelukast assieme a un antiistaminico di ultima generazione per un periodo di almeno 15 giorni a fini ex iuvantibus.

Di cambiare assolutamente otorino; se vuole fare la visita pneumologica, con annessa spirometria, nulla quaestio!

Se l'otorino, che questa volta, sceglierà con cura per competenza ed esperienza, confermerà la presenza di una laringite posteriore, allora senza troppi fronzoli è indicata una EGDS per valutare l'esistenza di una MRGE con aspirazione, specie notturna, di aerosol di acido gastrico assai irritante per le vie respiratorie.

Vive cordialità.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 160XXX

Grazie per i consigli. Si,infatti non è il caso di segnare medicinali via web . Ha perfettamente ragione,però un consiglio non guasta.
Non mi sono affidata ad un otorinolaringoiatria senza esperienza,ma anzi,un professore direttore del reparto di fonologia di un policlinico.
Con questo non voglio assolutamente dire che solo per il suo "nome" è un bravo medico. Ma certe volte ci si rivolge in "alto",proprio perché si pensa siano più esperti.
Provvederò a rivolgermi anche ad un allergologo,in quanto essendo allergica a molti farmaci,devo per forza avere un riscontro medico prima di assumere qualcosa.
Grazie mille,soprattutto per avermi tranquillizzato sulle strie fibrotiche. Il mio medico di base non sapeva spiegarsi cos'erano e aveva parlato già di Tac. Spaventa sono andata da un altro medico che invece,come lei ,mi ha spiegato che sono cicatrici,ma non ero comunque sucura lehgenllehgenleh

[#7] dopo  
Utente 160XXX

Le riporto solo il referto della laringoscopia a fibre ottiche: Cvv mobili con ispessimenti III medio bilateralmente. Spazio glottico respiratorio conservato,iperemia aritenoidea da sospetto PLR

[#8] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
L'iperemia delle aritenoidi in una situazione di uso errato della voce con ispessimento dei labbri vocali al terzo medio simmetricamente, sembra più la conseguenza di uno sforzo fonatorio che di un Pharyngeal Laryngeal Reflux..... Che fa tanto Professore......
:-)
Signora cara, per esperienza diretta sapesse quanti Docenti universitari e Direttori di U.O. sono venditori di fumo! Siamo in Italia e la meritocrazia non esiste: specie in ambito Universitario dove nepotismo e clientelismo fanno da padroni. Con le dovute eccezioni che confermano la regola.
Cari saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#9] dopo  
Utente 160XXX

Grazie.Ha proprio ragione: Siamo in IItalia. Mi sa che tornerò dal mio vecchio otorino in un semplice ospedale!
Grazie ancora per i consigli,tanto utili.